Sassari, il sogno è ora realtà: Bancali inaugura il suo nuovo oratorio

Dopo il crollo del 2017 l’intera struttura è stata ricostruita. Il 23 la cerimonia con don Antonio e l’arcivescovo Saba

SASSARI. Concerti, cene solidali, gare di poesia, lotterie, vendite di quadri d’autore che noti artisti sardi avevano messo a disposizione della comunità di Bancali. Don Antonio Serra in questi anni ha organizzato di tutto per raggiungere lo scopo: restituire alla sua gente l’oratorio, l’unico luogo di aggregazione su cui gli abitanti (adulti e bambini) potevano contare e che un terribile crollo, nel 2017, aveva ridotto in macerie. E l’obiettivo è stato raggiunto: sabato 23 ottobre sarà infatti inaugurato il nuovo oratorio “Padre Giovanni Battista Manzella”.

Una tragedia sfiorata, si disse all’epoca, perché per fortuna il solaio era venuto giù in un momento in cui nessuno si trovava al suo interno. Poi si erano letteralmente sbriciolate altre parti della struttura e quando i vigili del fuoco erano andati per il sopralluogo la “sentenza” – già sotto gli occhi di tutti – non poteva che essere il divieto di ingresso per l’estrema pericolosità dell’edificio. L’oratorio sorgeva accanto alla chiesetta ed era stato messo a dura prova dalle abbondanti piogge nel 2017 fini a crollare definitivamente a settembre. Quel luogo rappresentava tutto per la comunità: lì si faceva il catechismo, l’assistenza ai poveri con il servizio Caritas, le cene di beneficenza o anche semplicemente un piccolo rinfresco dopo la messa per stare insieme. Inizialmente era crollato solo il solaio poi i vigili del fuoco ne avevano certificato l’inagibilità e quindi la struttura era stata abbattuta completamente.

Dopo un primo momento di sconforto don Antonio, che amministra la parrocchia di San Gavino da undici anni, si è rimboccato le maniche e ha cominciato a pensare: “Come si possono trovare i soldi necessari per rimettere in piedi l’oratorio e con esso anche la speranza e la fiducia dei fedeli?”. E così sono iniziate le prime raccolte fondi e le richieste di aiuto ai cittadini, alle istituzioni, alla Curia.

Il 18 settembre 2019, con una cerimonia alla quale avevano partecipato il sindaco di Sassari ed esponenti della politica locale e regionale, oltre all’arcivescovo Gian Franco Saba, c’era stata la posa della prima pietra sulla base del progetto realizzato grazie al finanziamento della Cei (fondi otto per mille) di concerto con la diocesi, il Comune, la Regione e la parrocchia.

Ora i lavori sono terminati e Bancali, dopo quattro anni di paziente attesa, ha a disposizione una struttura nuova ed efficiente, progettata dall’architetto Renato Nunzio Meloni, dall’ingegnere Giovanni Antonio Solinas e dal geometra Nicola Solinas.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes