Modas, a Ossi il costume folk è protagonista

Grande successo per la quarta rassegna sull’abbigliamento tradizionale della Sardegna

OSSI. Grande successo ad Ossi per la quarta edizione della mostra “Modas, abbigliamento tradizionale di Sardegna” organizzata dall’associazione culturale folkloristica “Santu Bertulu” grazie al contributo della Regione Sardegna e con il patrocinio del Comune di Ossi e dell’Unione del Coros. Tantissimi sono stati i visitatori provenienti da diverse zone della Sardegna, spinti dalla curiosità e dalla bellezza dell’esposizione. Particolarmente apprezzati dai visitatori sono state la ricchezza dei ricami e dei gioielli del costume di Maracalagonis, la sobrietà del costume di Cabras con i suoi fazzoletti e le camicie femminili, vere opere d’arte, i dettagli dell’antica manifattura osilese e l’eleganza dell’abbigliamento tradizionale ossese in una variante del primo ventennio del 1900. Il tutto incastonato all’interno del Palazzo Baronale, edificio seicentesco che sorge nel centro storico del paese. «I punti cardine di questa esposizione sono quelli di far conoscere agli ossesi e agli appassionati, ricercatori e studiosi di abbigliamento tradizionale tutte le peculiarità che contraddistinguono per alcuni aspetti Ossi con gli altri centri dell’hinterland e dell’isola - spiegano gli organizzatori - e la selezione accurata di ogni singolo pezzo ed accessorio con le indicazioni fornite da ogni espositore permette una maggiore conoscenza di questo enorme patrimonio costituito dall’abbigliamento tradizionale della Sardegna. Ringraziamo quanti hanno contribuito alla realizzazione di questo evento, in particolare i soci, gli amici e i simpatizzanti dell’associazione che hanno contribuito a far rispettare tutte le normative anti Covid, la vice sindaca Maria Laura Cossu e l’assessore alla Cultura Maria Laura Serra”. (m.t.)



WsStaticBoxes WsStaticBoxes