A Pier Giuseppe Branca il “Premio Logudoro”

Il poeta di Cheremule vincitore assoluto del concorso di versi in lingua sarda Domenica 28 al teatro Fallaci consegna dei riconoscimenti per le varie categorie 

OZIERI. Confermata la data di domenica 28 novembre, dalle 9 nel teatro civico Oriana Fallaci di Ozieri, per la cerimonia di premiazione del 40esimo Premio Logudoro, riconoscimento per la poesia e prosa in lingua sarda organizzato dal sodalizio culturale intitolato ai poeti ozieresi Cubeddu, Pirastru, Morittu.

Nel frattempo è stato già divulgato l’elenco ufficiale dei premiati nelle varie categorie, a cominciare da quella “classica” a tema e versi imposti dedicata al poeta Monserrato Meridda e intitolata in questa edizione “Dies de ammentu”. Il vincitore assoluto è Pier Giuseppe Branca di Cheremule, con la poesia “Re de rosinas minudas”, seguito da Antonio Sanciu di Buddusò Gian Gavino Vasco di Bortigali. Altri premiati sono i quarti ex aequo Andrea Columbano di Calangianus, Angelo Lombardo di Ozieri, Luca Meledina sempre di Ozieri e, per il premio speciale “Ottava Bella” Angelo Maria Ardu di Flussio. Menzioni sono andate ai poeti Gigi Angeli di Luras, e Lorenzo Brandinu di Orani (ora a Cinisiello Balsamo), Gonario Carta Brocca di Dorgali, Domenico Angelo Fadda di Thiesi, Tonino Fancello di Dorgali, Giovanni Battista Melas di Bonorva, Giovanni Pira di Orgosolo, Maria Sale di Chiaramonti, Vittorio Sini di Benetutti- Nella sezione Salvatore Bertulu per la poesia a tema libero, primo premio ex aequo per Antonello Bazzu di Sassari e Vincenzo Pisanu di Assemini, seguiti da Tonino Fancello di Dorgali, Manuela Orrù di Serramanna, Gigi Angeli di Luras. Ci sono poi i quinti ex aequo Antonio Canu di Ozieri, Giovanni Chessa di Torpè, Pietro Delogu di Orune, Giovanni Piredda di Calangianus, Giancarlo Secci di Nurri, Giuseppe Tirotto di Castelsardo, e le menzioni per Pietro Caddeo di Paulilatino, Angelo Contini di Arzachena, Grazia Elisabetta Coradduzza di Sassari, Sebastiano Mario Fiori di Tortolì, Pietro Pala di Nuoro, Vincenzo Piu di Nurri. Per la sezione poesia religiosa intitolata al cardinale Pompedda, vittoria per Margherita Flore di Atzara, seguita da Gonario Carta Brocca di Dorgali e Pietro Caddeo di Paulilatino. Menzioni speciali sono state assegnate a Luigi Cossu di Ozieri, Dante Erriu di Silius, Vera Farris di Mores, Salvatore Frau di Ollolai. Infine per la sezione in prosa intitolata a Gigi Sotgia il primo premio va a Maria Chiara Firinu di Iglesias e il premio della giuria a Gino Farris di Lodè mentre le menzioni vanno a Maria Grazia Dessì di Dolianova e Pietro Pala di Nuoro.

Nel corso della cerimonia saranno assegnati premi e targhe, mentre le letture saranno affidate agli esperti interpreti Cristiano Becciu, Tetta Becciu, Carmela Arghittu, Pinuccia Zappu, Angelo Lombardo e Franca Cherveddu. L’evento si svolge con il patrocinio della Regione e del Comune e la collaborazione di sponsor e sodalizi come Lions Club, Rotary e Panathlon.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes