La bandierina di Sechi sventolerà in Promozione

Il fischietto di Sorso normalmente fa l’assistente nei campionati di serie A e B Sarà in campo per Valledoria-Porto Torres per la campagna #DiventArbitro 

SENNORI. È un nuovo ritorno alle origini quello che vivrà oggi di Gian Luca Sechi, fischietto nazionale con un passato alle spalle da giocatore nelle giovanili per poi dedicarsi anima e corpo nella carriera arbitrale. Il giovane, classe 1984 e sorsense doc, è il guardalinee della sfida odierna tra le squadre di calcio di Valledoria e Porto Torres. Sechi, assistente in serie A e B, è abituato a vigilare sugli offside di giocatori nazionali e internazionali del calibro di Ibrahimovic. Quanto basta per mettere in guardia gli attaccanti del girone di Promozione che si affrontano oggi, a partire dalle 15, sul campo di Viddalba (quello di casa del Valledoria è inagibile). Già la scorsa settimana, l’arbitro sorsense aveva diretto il match della scorsa settimana disputato a Sennori tra il Santa Lucia 1936e lo Sporting Paduledda (risultato finale 3 a 1). Gian Luca Sechi, insieme ad Antonio Giua, è attualmente tra i massimi esponenti della categoria arbitrale sarda. Esiste un gruppo interessante di arbitri e assistenti che attualmente dirigono gare in serie C e in serie D e nel calcio a cinque, sul quale il comitato regionale dei nutre forti aspettative, frutto del lavoro svolto negli ultimi anni, che come Giua e Sechi si sono messi a disposizione del comitato per promuovere il reclutamento e trasmettere ai più giovani l’esperienza sul campo. Sechi, come altri arbitri professionisti si è messo a completa disposizione del Comitato regionale arbitri (Cra) Sardegna, per promuovere il corso arbitri e l’attività di base. L’arrivo nelle serie minori di arbitri e assistenti del suo calibro fa infatti parte dell’iniziativa è finalizzata alla promozione della campagna di reclutamento a livello nazionale #DiventArbitro, ed avviata nel mese di novembre in tutta l’isola con i corsi gratuiti nelle nove sezioni: Alghero, Cagliari, Carbonia, Nuoro, Olbia, Oristano, Ozieri, Sassari e Tortolì. Il ragazzo o la ragazza che vuole partecipare ai corsi deve essere un appassionato di sport e come per tutte le altre attività sportive avere determinazione. Da questa stagione sportiva è stata approvata la modifica regolamentare che prevede il doppio tesseramento per i ragazzi e ragazze dai 14 ai 17 anni, che rappresenta una doppia finalità sia per i calciatori che per gli arbitri; potrà permettere ai giovani calciatori di arbitrare, diventando quindi attori protagonisti di un mondo verso il quale delle volte si entra in conflitto. Questa nuova possibilità è pensata per arricchire giocatori e arbitri sotto l’aspetto della cultura sportiva.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes