Buoni spesa e Tari, un aiuto per 556 famiglie

A disposizione 150mila euro di fondi con i voucher che per ora sono accettati da sei esercizi

PORTO TORRES. Sono 386 i cittadini turritani che dal 21 dicembre possono utilizzare i buoni spesa negli esercizi cittadini che, per ora, hanno aderito all'iniziativa. Quelli che possono accedere anche al cosiddetto buono Tari sono invece 170. Nel primo caso il valore dei voucher ammonta a circa 112mila euro e nel secondo a 37mila euro.

Sono sei gli esercizi che hanno dato la disponibilità ad accettare i buoni spesa: farmacia Rubattu di Luciano e Paolo Rubattu in corso Vittorio Emanuele 73; macelleria Mannoni Vincenzo in corso Vittorio Emanuele 53, Md spa zona Asi capannone 18; Nonna Isa, zona industriale, Sp 61; Torres Superstore Srl, viale Delle Vigne; Turrismarket, via Sassari 102. È ancora aperto l'invito a manifestare interesse rivolto a esercenti di attività del settore alimentari, generi di prima necessità, insieme a farmacie, operatori abilitati al pagamento elettronico delle utenze operanti nel territorio del Comune. Gli operatori interessati devono essere iscritti alla Camera di commercio, tra le altre cose, come ipermercati, supermercati, discount di alimentari, prodotti surgelati, produttori diretti di prodotti agricoli e ittici, farmacie e parafarmacie, commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento. Ed essere in regola con il versamento dei contributi previdenziali (Inps/Inail) e il pagamento di imposte e tasse, disporre di un conto corrente dedicato e indicare il luogo di esercizio dell’attività di vendita al dettaglio con indicazione dell’ubicazione e dell’orario di apertura al pubblico.

«Ringrazio la struttura comunale per aver dato la possibilità ai beneficiari di utilizzare questo strumento prima di Natale - sottolinea l'assessora alle Politiche sociali Simona Fois -, perché grazie allo spirito di collaborazione si è mostrata vicinanza verso i cittadini in difficoltà». (g.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes