sassari
cronaca

«Un salto nel buio che farà perdere altri anni ai sassaresi»

SASSARI. È stato duro lo scontro in aula, con le opposizioni che alla fine non hanno partecipato al voto sulle Nts. «Questo non è l’epilogo ma un passaggio – ha sottolineato Giuseppe Mascia (Pd)...


29 dicembre 2021


SASSARI. È stato duro lo scontro in aula, con le opposizioni che alla fine non hanno partecipato al voto sulle Nts. «Questo non è l’epilogo ma un passaggio – ha sottolineato Giuseppe Mascia (Pd) – che noi auspichiamo che non sia quello che purtroppo sarà: un arco temporale ampio in cui questo braccio di ferro con la Regione paralizzerà la città. Le prescrizioni non sono osservazioni o indicazioni, e questo la Regione lo ha detto chiaramente nei dialoghi che evidentemente non sono stati fecondi». «Oggi state dicendo alla Regione che recepite solo quello che vi piace delle sue prescrizioni – ha rimarcato Fabio Pinna (Pd) –. Sappiamo tutti bene che la questione non finirà qui. Altro che fare in fretta, in fretta torneremo a parlare di riadozione, verifica di coerenza, e perderemo altri mesi o anni. Con le norme di salvaguardia aperte e un blocco che nessuno si può più permettere. La responsabilità delle scelte politiche sono queste».

«La domanda che pongo all’assessore – ha sottolineato Massimo Rizzu (Sassari Civica) – è quali potrebbero essere le ripercussioni dal punto di vista operativo e giuridico per la città e per il consiglio che vota. La storia ci insegna che su questo tipo di temi bisogna andarci molto cauti, non vorrei essere chiamato in un’altra sede a rispondere di questo voto».

«Ci troviamo qui oggi a votare questo provvedimento necessario – ha detto Grazia Di Guardo (Prima Sassari) –. Siamo arrivati a questo punto per una visione diversa da quella che aveva la precedente amministrazione, quella che ha promesso di rivitalizzare il centro cittadino, contro quel mostro che è diventato Predda Niedda. Questa visione oggi siamo chiamati a difendere». «È vero che è trascorso del tempo – ha detto Manuel Alivesi (Noi per Sassari) – necessario per trascrivere la nostra essenza politica in questa pratica. Noi abbiamo una proposta diversa dalla precedente, una visione di sviluppo della città diametralmente opposta a quella a cui questa città è stata condannata per 15 anni. Noi stiamo cercando di salvarla, ed è la ragione per cui i sassaresi ci hanno portato su questi banchi. Non è facile né veloce, ma non ci tiriamo indietro». Tra le opposizioni favorevole Daniele Deiana (FdI) che: «Vuole credere ai tecnici del Comune, e riaffermare la giusta autonomia del nostro ente. Con la garanzia che il piano commerciale, che oggi è stato stralciato, venga davvero fatto al più presto». (g.bua)

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.