Si rompe di nuovo la condotta: Stintino, Porto Torres, Castelsardo senza acqua

La condotta che si è rotta due volte in due giorni (foto Mauro Chessa)

Per Sassari e Alghero è stato possibile deviare i flussi del bacino del Cuga e le due città non sono rimaste del tutto a secco

SASSARI. Quarantotto ore di lavoro di senza sosta per riparare la condotta idrica “Coghinas 2”, che porta l'acqua a 200mila abitanti del nord-ovest della Sardegna, non sono servite a nulla: all'alba di domenica 24 gennaio la stessa condotta ha ceduto di nuovo nel medesimo punto. Sassari e Alghero non sono rimaste a secco del tutto perché sono stati rimodulati i flussi del bacino del Cuga, ma Porto Torres, Stintino e Castelsardo sono sprofondate in un vero incubo.

Il servizio completo dell'inviato sul giornale in edicola e nella versione digitale

 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes