La Nuova Sardegna

Sassari

Porto Torres, 600 metri di reti fantasma recuperati dai sub della Guardia costiera

Porto Torres, 600 metri di reti fantasma recuperati dai sub della Guardia costiera

Nel Golfo dell'Asinara

12 febbraio 2022
1 MINUTI DI LETTURA





PORTO TORRES. Il Nucleo sub della Guardia costiera ha recuperato 600 metri di reti fantasma abbandonate nel Golfo dell'Asinara. L'intervento, realizzato tra giovedì e venerdì, rientra nell'ambito del progetto Mare Nostrum Rotary, programma pluriennale internazionale promosso dal Rotary Club Milano con l'obiettivo di promuovere e curare il benessere degli ecosistemi acquatici e la nostra salute. Ha visto coinvolto anche il Comune di Porto Torres, che ha curato i rapporti con un'azienda abilitata al trasporto questo tipo di rifiuti speciali.

Il nucleo subacqueo della Guardia Costiera proveniente da Cagliari ha eseguito il delicato intervento di ricerca e rimozione delle reti: in mare sono intervenuti un battello pneumatico, una motovedetta dedicata all'attività di Polizia marittima e un'altra più grande che ha fornito il necessario supporto per il trasporto dell'attrezzatura. Le attività sono state seguite a terra dal comandante della Capitaneria di Porto Torres, capitano di Fregata, Gabriele Peschiulli. (Ansa).

In Primo Piano

Video

Paura a Sassari: caldaia esplode in una palazzina della borgata di San Giovanni

Tribunale

Nuoro, Roberta Barabino condannata a 7 anni e 8 mesi di reclusione

di Valeria Gianoglio
Le nostre iniziative