sassari
cronaca

Fiera di Ozieri, weekend con oltre 15mila presenze

Bilancio più che positivo per l’evento dedicato ai bovini e all’agroalimentare Il sindaco: «Successo di buon auspicio». Premiati i capi Rubacuori e Secomtesse 


27 aprile 2022 di Barbara Mastino


OZIERI. Registrate oltre 15mila presenze nella due giorni della fiera di Ozieri, dove soprattutto domenica tante persone hanno visitato gli stand del bestiame e dell’agroalimentare, del commercio e delle macchine agricole. Rubacuori di Salvatore Fresi per la Limousine (maschi 16-20 mesi) e Secomtesse di Tomaso Pulina per la Charolaise (maschi 11-13 mesi) hanno vinto il premio come migliori capi presenti in assoluto in fiera e i loro allevatori anche vinto Premio Allevamento per aver conquistato il maggior numero di riconoscimenti in totale. Nelle due giornate si sono alternate nel ring 110 animali che hanno dato spettacolo di forme e diametri propri di queste due razze e che hanno impegnato non poco il giudice Anacli Giuseppe La Terra e l’assistente Sandro Multineddu. I premi sono stati consegnati da Malko Gallone, presidente Anacli, Luciano Useli Bacchitta, presidente Aar Sardegna, Battista Cualbu presidente Fedana e dal sindaco di Ozieri Marco Murgia. «Non possiamo che essere contenti - commenta Luciano Useli Bacchitta - perché abbiamo visto negli occhi dei nostri allevatori la soddisfazione di una manifestazione organizzata nel minimo dettaglio e che ha richiamato allevatori ma anche tanti curiosi. Ringraziamo il Comune di Ozieri, l’Ats di Ozieri e di Sassari per l’ intesa nell’organizzare al meglio questo evento».

«Le mostre zootecniche - dice il direttore Aldo Manunta - rappresentano per il Sistema delle associazioni allevatoriali una vetrina di quello che è un lavoro che dura 365 giorni l’anno. Senza il costante lavoro dei controllori zootecnici di Aar Sardegna e degli esperti di razza di Anacli oggi non avremo risultati del genere. Il merito va pertanto ai nostri allevatori, che lavorano sodo e credono nel lavoro che facciamo, ma anche ai nostri collaboratori che quotidianamente sono presenti nelle loro stalle nel supportarli e consigliarli».

Un bilancio più che positivo, quindi, per la manifestazione, nonostante le ancora presenti limitazioni anti Covid. «Questo successo non scontato della ripresa della fiera ad aprile ci fa sperare per l’ulteriore rilancio nella speranza che si possa lasciare alle spalle il periodo passato caratterizzato dalla pandemia – commenta il sindaco Marco Murgia –. La collaborazione così proficua che abbiamo stretto con l’Associazione Allevatori Regione Sardegna e con l’Anacli sta ponendo i presupposti per ulteriori appuntamenti con nuovi programmi già per il prossimo ottobre. Ringrazio quindi gli allevatori, gli operatori delle macchine agricole e le aziende dell’agro alimentare che hanno creduto in questo evento e credo siano rimasti tutti soddisfatti. Ringrazio ovviamente la struttura comunale, i volontari della Pro Loco, della Protezione civile, dei barracelli, e il personale della polizia, dei carabinieri e dei vigili del fuoco per l’impegno profuso e che ha consentito che tutto andasse per il meglio».

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.