La Nuova Sardegna

Sassari

Prima udienza

Sassari, il dopocena tra vicini finisce in tribunale

Sassari, il dopocena tra vicini finisce in tribunale

Due amici dirimpettai bevono, litigano e arriva la polizia: uno va a giudizio

28 gennaio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari Un processo dove le versioni raccontate dalle parti coinvolte – due amici e dirimpettai – sono diametralmente opposte. Di certo uno dei due finisce in tribunale per violazione di domicilio e resistenza a pubblico ufficiale. L’altro non si costituisce nemmeno parte civile.

L’episodio si verifica in un vicolo molto stretto del centro storico di Sassari. I due amici vivono l’uno di fronte all’altro, le finestre delle rispettive abitazioni sono vicinissime tanto che uno può vedere cosa succede a casa dell’altro. Uno vive da solo, l’altro è sposato e ha quattro figli. Viene invitato dall’amico a bere una cosa nel suo appartamento non appena finisce di cenare con la famiglia. L’altro accetta di buon grado e lo raggiunge.

Sorseggiano numerose bevande alcoliche, chiacchierano, tutto sembra nella norma «fino a quando lui non si propone di farmi un massaggio – racconta in aula l’imputato – avevamo bevuto un bel po’ per cui, pur sembrandomi strano quel suo gesto, ho lasciato che lo facesse. Ma poi la cosa è degenerata quando mi ha chiesto di andare sul divano. Gli ho detto che da lui non me lo sarei aspettato, che doveva dirmi che era “così”. Gridavo ma mi impediva di andarmene».

Dalla casa di fronte la moglie dell’uomo sente le urla del proprio marito, scende per strada mentre il figlio, riconoscendo la voce del padre e temendo che potesse accadergli qualcosa, chiama la polizia. Quando la pattuglia arriva trova una situazione poco gestibile, per via del tasso alcolico raggiunto dai due. L’uomo sposato cerca di divincolarsi dagli agenti e viene denunciato per resistenza, nel frattempo l’amico sostiene che sia stato l’altro a entrare a casa sua e a volerci rimanere. E qui scatta la violazione di domicilio.

Nel processo, però, lo stesso amico “accusatore” non si è costituito parte civile. Nella prossima udienza la discussione. (na.co.)

In Primo Piano
Cattedre vacanti

Assalto alla scuola, nell’isola in quattromila a caccia di una supplenza

di Silvia Sanna
Le nostre iniziative