La Nuova Sardegna

Sassari

Unità cinofila

Sassari, in rientro dal permesso detenuto nascondeva eroina e cocaina: scoperto dal cane Jedro

Sassari, in rientro dal permesso detenuto nascondeva eroina e cocaina: scoperto dal cane Jedro

Attività di prevenzione per evitare l’ingresso in carcere di sostanze stupefacenti

30 marzo 2023
1 MINUTI DI LETTURA





Sassari Un detenuto in rientro nella casa circondariale di Sassari dall’uscita in permesso aveva addosso eroina e cocaina per 50 dosi ed è stato scoperto dal cane antidroga Jedro. Il detenuto è stato controllato nell’ambito delle attività di prevenzione disposte dal Provveditorato Regionale per scongiurare l’introduzione di sostanze stupefacenti nel carcere. Ecco perciò che durante il controllo effettuato dalle unità cinofili del Distaccamento Antidroga di Nuoro Badu e Carros ad un detenuto che rientrava dal permesso il cane Jedro, un esemplare di rottweiler, segnalava la presunta presenza di sostanza stupefacente. All’ispezione è risultato che l’uomo nascondesse due ovuli con eroina e con cocaina. L’attività è stata coordinata dal comandante di Reparto dal sottufficiale di turno e dal personale di polizia. A loro il plauso del  segretario general Csil Fns Giovanni Villa.

In Primo Piano
L’inchiesta

Truffa del “bonus facciate”, la Procura di Sassari chiede 53 rinvii a giudizio

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative