La Nuova Sardegna

Sassari

Il salvataggio

Porto Torres, cerca di lanciarsi dalla scogliera, ma l’auto resta in bilico: donna salvata dai carabinieri

Porto Torres, cerca di lanciarsi dalla scogliera, ma l’auto resta in bilico: donna salvata dai carabinieri

Un militare ha fatto da contrappeso e l’altro è riuscito a estrarre

26 settembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Porto Torres Ha tentato di suicidarsi lanciandosi con dalla scogliera, ad Abbacurrente, ma l'auto è rimasta in bilico, con le ruote anteriori sospese nel vuoto. I carabinieri, avvisati dal marito della donna, l'hanno individuata e, mentre uno faceva da contrappeso nella parte posteriore, l'altro è riuscito ad aprire lo sportello e a tirare fuori la donna, di una trentina d’anni. Una vicenda drammatica, che ha avuto un lieto fine grazie al coraggio e alla prontezza dei due carabinieri, che hanno rischiato la vita per salvare la donna.

Il fatto è avvenuto ieri notte, alle 2. I carabinieri hanno ricevuto la chiamata di un marito disperato che aveva appena ricevuto un messaggio dalla moglie: "La faccio finita". Le ricerche sono partite immediatamente e dopo qualche minuto l’uomo ha richiamato per avvisare che la donna aveva detto di trovarsi ad “Abbacurrente”, sulla strada per Platamona, e che proprio lì l’avrebbe fatta finita.
La pattuglia della radiomobile è subito andata sul posto, iniziando a ispezionare la provinciale, ma senza esito. Grazie all’intuizione di un militare, l’equipaggio ha deciso di controllare un sentiero che corre parallelo alla Sp81 nei pressi della torre di Abbacurrente, e proprio lì ha trovato un’auto in bilico sul costone, con la metà anteriore del veicolo che sporgeva nel vuoto. All’interno c’era la donna, in stato confusionale. Mentre uno dei militari ha fatto da contrappeso, l’altro ha con molta cautela aperto la portiera ed estratto la donna semincosciente dall’abitacolo. Un’ambulanza richiesta dai carabinieri ha poi portato la signora in ospedale, mentre un carroattrezzi, con l’aiuto degli stessi militari, è riuscito a recuperare la macchina. (Gavino Masia)

In Primo Piano
La testimonianza

«Sfinito dopo 10 ore di fuoco», Franco Casula a Orotelli racconta la guerra impari dei Forestali

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative