La Nuova Sardegna

Sassari

L’iniziativa

Porto Torres, musica e danza per dire no alla violenza contro le donne


	Un momento della presentazione del progetto
Un momento della presentazione del progetto

Sabato 25 novembre l’evento “Vittime e carnefici" organizzato dalla Fidapa con il patrocinio del Comune. Si esibiranno numerosi artisti

21 novembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Porto Torres In occasione del 25 novembre, la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, la sezione turritana della Fidapa Bpw Italy, con il patrocinio del Comune e il sostegno della Fondazione di Sardegna, organizza per il terzo anno consecutivo l’evento “Vittime e carnefici. Parole e suoni”. L’iniziativa è in programma sabato 25 alle 20 al Teatro Parodi.

«La Fidapa – spiegano i promotori - ha scelto ancora una volta di contrapporsi ai numerosi atti di violenza perpetrati ai danni delle donne grazie al coinvolgimento di numerosi artisti locali che diranno tutti insieme “no” alla violenza di genere attraverso la musica, la danza e la recitazione». L’evento sarà presentato da Roberta Gallo, giornalista e socia Fidapa, e da Luigi Flavio Piras, docente dell’istituto Paglietti. Si alterneranno sul palco Claudia Crabuzza, Federico Marras Perantoni, i Niera, Marco Mura, la compagnia di ballo Dietro le quinte danza di Ilaria Frau e i rappresentanti della biblioteca comunale per la lettura del testo “Legarsi alla lettura, per slegarsi dalla violenza”.

Sarà inoltre proiettato il videoclip “Ricordi bruciati. Storia di Luce” realizzato dalle studentesse e dagli studenti della 3B dell’istituto Paglietti in occasione del 15esimo Premio Fidapa Emanuela Loi, sulla tematica del cyberbullismo e del revenge porn. Nel corso della serata sarà presentato, in anteprima, il nuovo singolo “Nel silenzio”, scritto e arrangiato dal duo musicale BBrothers e dedicato ad Alina Cossu, uccisa nel settembre del 1988, in occasione del 35esimo anniversario della scomparsa. É previsto inoltre l’intervento della docente Alessandra Nivoli, direttrice della Clinica psichiatrica di San Camillo dove ha sede il Centro di vittimologia in psichiatria clinica e forense.

L’evento prevede una raccolta fondi a scopo benefico, con un’offerta minima di 10 euro a persona. Nel 2021 il ricavato è stato devoluto in favore del Progetto antiviolenza Aurora e nel 2022 al Comitato per Samuele e Martina, come segno di vicinanza alla famiglia Saladdino. Quest’anno il ricavato delle offerte finanzierà un progetto di educazione alla legalità e alla parità di genere rivolto agli studenti degli istituti comprensivi 1 e 2.

L’iniziativa è stata presentata dall’assessora alla Cultura Maria Bastiana Cocco, dalla presidente della Fidapa di Porto Torres Maria Tindara Abramo, dall’organizzatore dell’evento Salvatore Fresu e da Domenico e Alberto Bazzoni dei Bbrothers.

In Primo Piano
Nel porto

Santa Teresa, nuovo stop per la Giraglia: raggiungere la Corsica è un’odissea

di Marco Bittau
Le nostre iniziative