La Nuova Sardegna

Sassari

Il processo

Sassari, il processo per l’omicidio Saladdino: «Baule affetto da un disturbo della personalità»

di Nadia Cossu
Sassari, il processo per l’omicidio Saladdino: «Baule affetto da un disturbo della personalità»

In corte d’assise lo psichiatra che aveva in cura l’uomo che nel febbraio del 2022 ha ucciso i suoceri

09 gennaio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Sassari «Fulvio Baule era affetto da un disturbo della personalità borderline con una fragilità dell'io e un terrore dell'abbandono». Ha testimoniato oggi 9 gennaio davanti alla corte d'assise di Sassari lo psichiatra Mario Deriu (nella foto di Mauro Chessa). Baule, a processo per gli omicidi dei suoceri Basilio Saladdino e Liliana Mancusa (a Porto Torres il 26 febbraio 2022), andò dallo psichiatra per una seduta insieme alla moglie Ilaria Saladdino nelle fasi della separazione e poi il professionista parlò con lui una volta quando era già in carcere. Deriu ha rimarcato la forte dipendenza affettiva del muratore di Ploaghe dalla moglie e la percezione del vuoto cosmico all'idea di vivere senza di lei.
Il processo proseguirà il 30 gennaio con gli ultimi tre testimoni citati dal difensore Nicola Lucchi.

Elezioni regionali 2024
Dopo il voto

Elezioni regionali, il centrodestra ancora spera nel ribaltone

Le nostre iniziative