La Nuova Sardegna

Sassari

L’evento

Sassari, intitolata a Gavino Perantoni Satta una sala della biblioteca

di Paolo Ardovino
Sassari, intitolata a Gavino Perantoni Satta una sala della biblioteca

La cerimonia nella sala documentazione, a svelare la targa il sindaco Nanni Campus e Giuseppina Perantoni, figlia dell’illustre studioso sassarese

09 aprile 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Sassari Medico, appassionato di numismatica, bibliofilo, studioso umanista: la biblioteca di piazza Tola ha da oggi una sala intitolata a Gavino Perantoni Satta. La sala documentazione locale. È il modo della città per rendere omaggio a un grande intellettuale sassarese, sparito ormai più di mezzo secolo fa.

Nella sala dove è presente gran parte del materiale, tra libri e documenti, donato dalla famiglia Perantoni Satta alla sua scomparsa, il sindaco Nanni Campus e l'assessora dalla Cultura Virginia Orunesu lo hanno omaggiato. «Con un certo ritardo — ha evidenziato Campus —. Questa amministrazione si fa carico di una intitolazione che andava fatta prima. Questo è un ricordo in quella che di fatto era la sua biblioteca, che Perantoni, più che fatto rinascere, ha fatto nascere veramente».

A scoprire la targa celebrativa insieme al primo cittadino, la figlia dello studioso, Giuseppina. A seguire, il convegno sull'illustre sassarese tenuto dal nipote Federico Marras Perantoni. (foto mauro chessa)

In Primo Piano
Il focus

Top 1000: aziende più forti, il personale la vera ricchezza

di Serena Lullia
Le nostre iniziative