La Nuova Sardegna

Sassari

Paura in viale Italia

Sassari, carabiniere blocca il ladro e la compagna lo disarma dalla siringa

di Luca Fiori
Sassari il grande magazzino Coin di viale Italia
Sassari il grande magazzino Coin di viale Italia

Appuntato fuori servizio sventa il colpo di un 42enne da Coin che tentava la fuga in bicicletta. Nella colluttazione il militare ha riportato una distorsione a un dito ma è stato aiutato da un passante. Ieri mattina un altro furto nel supermecato Conad di via Amendola

28 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari Stava passeggiando in viale Italia insieme alla compagna quando ha sentito le richieste d’aiuto di una commessa di Coin e subito dopo ha visto sfrecciare davanti a suoi occhi un uomo che tentava la fuga contromano in via Sardegna a bordo di una bicicletta.

Un appuntato dei carabinieri in borghese e fuori servizio - due sere fa intorno alle 18 - non ci ha pensato due volte e ha deciso di intervenire, estraendo il tesserino e intimando al ladro di fermarsi immediatamente.

Il malvivente - che aveva appena rubato un giubbotto del valore di 250 euro dal grande magazzino di piazza Marconi - durante il tentativo di fuga è finito con le ruote per aria, proprio a causa del giubbotto rubato, rimasto incastrato tra i pedali. È stato in quel momento, prima che l’uomo riuscisse a rimettersi in sella e ripartire, che l’appuntato ha deciso di intervenire per bloccarlo.

Per niente disposto ad arrendersi, il malvivente ha ingaggiato una colluttazione con l’appuntato in mezzo alla strada, davanti a decine di persone impaurite. Tra loro fortunatamente c’è stato un motociclista che - vedendo che il malvivente non mollava - si è fermato per dare man forte all’appuntato. Insieme hanno provato a immobilizzarlo e proprio in quel momento la compagna del militare ha notato che nella tasca del ladro c’era una siringa sporca di sangue. Temendo che l’uomo potesse utilizzarla, la fidanzata dell’appuntato è stata abile - mentre il militare e il passante tenevano fermo il malvivente - a disarmarlo, allontanando la siringa. Subito dopo, fortunatamente, sono arrivati anche i colleghi del carabiniere. Gli uomini della sezione radiomobile della compagnia di Sassari sono piombati in viale Italia a sirene spiegate, hanno preso in consegna il malvivente - un algherese di 42 anni già noto alle forze dell’ordine - e lo hanno ammanettato e arrestato con l’accusa di rapina impropria.

Poi su disposizione del magistrato di turno, il sostituto procuratore Angelo Beccu, lo hanno accompagnato nel carcere di Bancali. L’appuntato fuori servizio intervenuto per bloccarlo è rimasto leggermente ferito e una volta consegnato il malvivente ai colleghi si è recato al pronto soccorso.

Nella colluttazione, per evitare l’arresto il ladro ha tentato di morsicarlo e gli ha provocato una distorsione al dito di una mano. Medicato dai medici del “Santissima Annunziata”, ha avuto una prognosi di dieci giorni. Stamattina, difeso dall’avvocato Sabrina Falchi, il 42enne comparirà davanti al giudice per la convalida dell’arresto.

E in caserma ieri mattina è finito anche un giovane sorpreso dal personale del supermercato Conad i via Amendola mentre rubava tra gli scaffali. Mancava qualche minuto alle 13 quando il personale del supermarket si è reso conto dell’accaduto e dopo aver bloccato il giovane ha chiamato il 112. I militari sono arrivati in pochi istanti. Il giovane li ha attesi a testa bassa su una sedia del banco informazioni, guardato a vista dal responsabile della sicurezza, poi è stato fatto salire in macchina e accompagnato al comando provinciale.

In Primo Piano
Baronia

Spari nella sede del consorzio di bonifica di Siniscola, il consigliere comunale Giovanni Bomboi è ricercato dai carabinieri

di Sergio Secci
Le nostre iniziative