La Nuova Sardegna

Sassari

Verso le elezioni

A Sassari la carica degli 800 candidati per una poltrona a Palazzo Ducale: ecco i primi nomi

di Giovanni Bua
A Sassari la carica degli 800 candidati per una poltrona a Palazzo Ducale: ecco i primi nomi

Sono sei gli aspiranti primi cittadini sostenuti da almeno ventiquattro liste. In campo quasi tutti gli uscenti e molti visi noti, ma spuntano anche i giovani

07 maggio 2024
5 MINUTI DI LETTURA





Sassari Sei candidati sindaci, almeno 24 liste che li sostengono, con oltre 800 aspiranti consiglieri comunali. È aperta la caccia a Palazzo Ducale, con segreterie e civiche al lavoro fino all’ultimo secondo (il limite per la presentazione è sabato alle 12) per chiudere le squadre. Che rappresentano davvero, inevitabilmente visto il numero monstre di candidati, tutte le possibili “categorie” della città. Quasi tutti gli uscenti, una spruzzata (in aumento) di giovani, alcuni visi noti che hanno deciso di rimettersi in gioco, le professioni che riappaiono.

Centrodestra Sette le liste che sostengono la candidatura di Gavino Mariotti, con la Lega unica assente della coalizione ufficiale e tre civiche che rafforzano il fronte. Nella civica “Soluzioni per Sassari”, capolista il notissimo pittore e ceramista sassarese Elio Pulli. Poi il chirurgo plastico Emilio Trignano e l’oculista Stefano Dore.

Per i Riformatori il coordinatore cittadino e già direttore della Fondazione Segni, Michele Saba, il ginecologo Giovanni Fadda, vicesindaco e assessore dal 2000 al 2005 nella prima giunta Campus, lo storico dj Sergio Casu “Sergione”, Anna Cosso, attiva nel sociale in particolare nelle disabilità infantili, il funzionario dell’ufficio dei Monopoli Uccio Piras e Rosanna Sanna, commerciante del centro storico.

Con Fratelli d’Italia l’imprenditore Daniele Deiana, consigliere comunale uscente, e candidato alle scorse Regionali, il consigliere comunale di lungo corso, e anche ex consigliere regionale, Giancarlo Carta, l’avvocato, e fresco consigliere comunale, Giuliano Chessa,  il vicecoordinatore cittadino e responsabile della comunicazione Pietro Pedoni, il produttore musicale Toty Bassu, il presidente dell’ordine dei farmacisti Roberto Cadeddu.

Per Forza Italia l’uscente Francesco Ginesu, il commissario cittadino Vanni Azzena, Gian Mario Nurra e Francesca Lella. Per Visione Sassari l’ex assessora alla Cultura (ed ex M5s) Laura Useri, fondatrice del movimento civico che comprende anche una seconda lista dal nome “Orgogliosamente Sassari”. Con lei lo stilista Roberto Stella, l’avvocata Camilla Pirino, l’imprenditrice Gigliola Delogu, l’avvocata Antonietta Confalonieri.

Psd’Az al lavoro fino all’ultimo per chiudere la lista con professionisti e nuove leve ma anche sardisti storici. Tra i nomi che per ora filtrano Gian Marco Ruiu, segretario provinciale dei Giovani Sardisti, Patrizia Simula e Andrea Sassu.

Civici Sei le liste che appoggiano la candidatura a sindaco di Nicola Lucchi. In campo con “Sassari è” il presidente del consiglio comunale, ed ex M5s, Maurilio Murru con l’altra ex grillina Patrizia Zallu, gli uscenti Enrico Sini, Lello Masia, l’attuale assessora alle Attività produttive ed edilizia privata, Grazia Di Guardo, l’avvocato Paolo Campus, il vigile del fuoco Gianfranco Tedde, il presidente del Li Punti Salvatore Virdis. Con Sardegna al Centro 2020 gli assessori comunali Alessandra Corda e Manuel Alivesi, l’uscente, e tra i M5s “ribelli”, Federico Sias, l’imprenditore nel settore degli eventi, e consigliere uscente, Christian Luisi, l’avvocata Maria Giuliana Fodde, l’imprenditore Giuseppe Testaverde e il funzionario al Ministero della Giustizia Francesca Campus.

A guidare Noi per Sassari l’attuale assessore al Bilancio e alle Infrastrutture per la mobilità Carlo Sardara, con lui gli uscenti Lucio Carta e l’avvocato Giancarlo Profili e l’avvocata Elisabeth Ponti. In Sassari Progetto Comune torna il campo l’assessore all’Ambiente Antonello Sassu, e i consiglieri comunali uscenti Gianbattista Gavini e Antonello Biasetti, passo di lato invece della fondatrice, e attuale assessora ai Lavori Pubblici Rosanna Arru che, pur restando protagonista del progetto, non si ricandida.

In Prima Sassari spazio per gli uscenti Giuseppe Deiana e Andrea Desole. Torna in campo Ottaviano Canalis, consigliere comunale dal 1996 al 2014 e già assessore comunale durante la prima giunta Campus.

Poi Uniti per Sassari, che schiera Giovanni Miscali, professore dell’Alberghiero, Vittoria Masala, commercialista, Angelica Solinas, professoressa dell’Azuni, Emanuele Carta, sottufficiale della Sassari.

Campo largo Sette le liste nel centrosinistra a sostegno di Giuseppe Mascia. Nel Pd in campo il consigliere comunale uscente Fabio Pinna, Mario Pingerna, commercialista e già presidente del consiglio comunale durante il mandato di Anna Sanna, Giuseppe Boccia, presidente provinciale di Confesercenti per il distretto Sassari-Gallura, il ristoratore Antonio Planeta, proprietario del “Covo del Conte”, la tributarista Rossana Serratrice, già assessora alla Programmazione con la giunta di Nicola Sanna, l’ex consigliere comunale Pierpaolo Bazzoni e Gabriele Setti, responsabile della scuola calcio e del settore giovanile del Latte Dolce, il medico specializzando Stefano Manai “Ferretti”, la dirigente del Devilla Nicoletta Puggioni.

Nella civica ”Fare Città” l’ex presidente dell’intergremio Salvatore Spada, l’operatore della Ge.Na. Paoletto Ruiu e Marco Russo ex presidente del collettivo “Clip”. Nel M5s si candida la dirigente scolastica dell’istituto comprensivo San Donato, reduce dall’ottimo risultato alle Regionali nelle liste Dem, Patrizia Mercuri. Per la lista Sassari Progressista e Solidale che unisce Progressisti, Psi e Sinistra Futura torna in campo Lalla Careddu, consigliera comunale durante la giunta di Nicola Sanna. Poi Walter Pani, Antonella Gaspa e il giornalista e animatore culturale Giovanni Dessole, fresco dell’ottimo risultato alle Regionali. Poi Paola Polano, Leo Meazza Margherita Puledda e Alberto Valenti.

In Avs il consigliere comunale uscente Marco Dettori, il presidente del comitato Centro Storico e presidente della Fenalc provinciale Giovanni Ruiu, Francesco Pipia, amministrativo della Nuova Sardegna e presidente della Trail & Road Runners. Per Futuro Comune, laboratorio politico di alleanza Verdi e sinistra, uno dei suoi fondatori Salvatore Dau e Gianluigi Onida, del comitato di quartiere Latte Dolce.

In Orizzonte Comune in campo il consigliere comunale uscente, e coordinatore provinciale, Massimo Rizzu. Poi Alessandro Boiano, ex assessore all’Urbanistica con Nicola Sanna, Ermelinda Delogu, presidente della commissione Disabilità del Comune, e Sandra Biasizzo, responsabile del punto salute dell’Asl al centro storico.

Costituente per Sassari. Due liste in campo per con Mariano Brianda. Nella Costituente per Sassari c’è Stefano Sotgiu, nella lista “Giovani per Sassari” l’imprenditore Nicola Marongiu.

Sassari Svegliati Per Sassari Svegliati con Giuseppe Palopoli candidati Rita Cambula, dirigente scolastico del Cpia 5 di Sassari, Giuseppina Fois, impiegata gestione del credito, Massimiliano Manca, area manager distribuzione prodotti per le Pubbliche Amministrazioni, Gianfranco Impagliazzo, già informatore scientifico del farmaco e Danilo Fois, imprenditore.

Generazione Sassari Per Generazione Sassari con Manuel Pirino in campo Antonio Pais, dirigente medico, Selene Pinna, educatrice professionale, Paola Auzzas, fondatrice dell’associazione salesiana ex allieve/i Figlie di Maria Ausiliatrice, Rita Olmeo, dell’associazione Il Sogno di Don Bosco.

In Primo Piano
L’inchiesta

Truffa del “bonus facciate”, la Procura di Sassari chiede 53 rinvii a giudizio

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative