La Nuova Sardegna

Sassari

Le indagini

Bliz dei Nas in due palestre di Sassari, arrestati Fabrizio Piroddu e Mirko Pinna: ecco i dettagli dell’operazione

Bliz dei Nas in due palestre di Sassari, arrestati Fabrizio Piroddu e Mirko Pinna: ecco i dettagli dell’operazione

Controlli in quattro province con oltre 100 carabinieri in campo. Stroncato un traffico illecito del valore di 80mila euro

09 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari Nella giornata di ieri, i carabinieri hanno eseguito perquisizioni domiciliari e personali nei confronti di 22 indagati in 4 province per concorso in commercio illecito e somministrazione di sostanze anabolizzanti e farmaci ad azione stupefacente (destinati ad atleti di body building e a frequentatori di palestre). Nel corso delle operazioni i militari hanno proceduto all’arresto di 2 persone colte nella flagranza del reato, una per detenzione ai fini di spaccio di tipo marijuana, l’altra per possesso di anabolizzanti. Si tratta del personal trainer Fabrizio Piroddu, 45 anni di Sassari e di Mirko Pinna, sassarese di 44 anni. Tra gli indagati ci sarebbe anche un carabiniere, frequentatore di una palestra di body building. Piroddu e Pinna compariranno stamattina, giovedì 9, davanti al giudice per l’udienza di convalida degli arresti. Piroddu è difeso da Lorenzo Galisai, mentre Pinna difeso da Luigi Conti.

Le indagini, avviate dagli investigatori del NAS di Sassari nel mese di dicembre 2023, scaturiscono dall’intercettazione di alcuni pacchi contenenti farmaci e sostanze anabolizzanti provenienti dall’estero, destinati ai principali indagati per poi essere illecitamente commercializzate a frequentatori di palestre e soggetti praticanti il bodybuilding (in alcuni casi partecipanti a competizioni agonistiche e dilettantistiche), per un volume d’affari finora quantificato in circa 80mila euro. Complessivamente, nel corso dell’operazione di ieri, sono state sequestrate 4.700 compresse e 120 fiale di sostanze dopanti. 

All’operazione, che si è svolta nelle province di Sassari, Nuoro, Torino e Genova, hanno preso parte i carabinieri del Nas di Sassari – supportati in fase esecutiva da quelli dei rispettivi Comandi Provinciali, dai N.A.S. di Cagliari, Torino e Genova, dallo Squadrone CC Eliportato “Cacciatori” di Sardegna e dal Nucleo Cinofili di Abbasanta, con l’impiego complessivo di oltre 100 militari dell’Arma – nell’ambito di un’articolata attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Sassari.

In Primo Piano
Il focus

Top 1000: aziende più forti, il personale la vera ricchezza

di Serena Lullia
Le nostre iniziative