La Nuova Sardegna

Sassari

Un atto di inciviltà

Sedini, il gatto Nutellino ucciso in piazza a bastonate

di Mauro Tedde
Sedini, il gatto Nutellino ucciso in piazza a bastonate

Rabbia e indignazione in paese, si cercano i testimoni per denunciare l’autore del barbaro gesto

20 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Sedini  Puoi anche essere il classico “gatto del rione”, a cui tutti sono affezionati. Puoi essere il gatto più simpatico del mercato rionale dove ogni settimana tutti, commercianti e clienti, ti salutano, ti coccolano e ti offrono cibo a volontà. Puoi essere tenero, dolce e affettuoso tanto che tutti ti chiamano simpaticamente Nutellino. Puoi essere insomma un gatto fortunato ma contro la crudeltà di alcuni esseri umani non c’è rimedio.

E così Nutellino, dolcissimo gatto nero che da tempo aveva conquistato piazza Deffenu, ha varcato una porta in cerca d’affetto e gli è costato la vita. Nei giorni scorsi, proprio nella mattinata in cui a Sedini si tiene il mercato rionale ambulante, Nutellino è stato ucciso brutalmente a bastonate, davanti a tutti e senza nessuna pietà, solo perché, come ha poi dichiarato il suo carnefice “è entrato nel posto sbagliato” riferendosi alla sua casa. Un’esecuzione brutale, davanti a tanta gente inorridita. Nessuno nell’immediato ha avuto il coraggio di intervenire pensando magari si trattasse solo di una sfuriata contro quel gatto spesso impertinente. Solo alcuni hanno provato a far desistere quell’uomo che si accaniva con un randello sul povero gatto. Sino ad ucciderlo, senza nessuna pietà per quel povero animale che miagolava disperato cercando aiuto fra i suoi tanti amici umani che sino ad allora lo avevano coccolato e riempito di attenzioni. L’episodio ha destato orrore fra i tanti presenti e molta indignazione da parte di tutti gli abitanti della piazza nelle cui case il gatto gironzolava ormai liberamente e in particolare fra i commercianti che ogni settimana allestiscono le loro bancarelle nel mercato nella piazza. Tanto che si stanno raccogliendo delle testimonianze per sporgere denuncia nei confronti dell’autore del gesto che peraltro, subito dopo, ha infilato il povero gatto in un sacco delle spazzatura e lo è andato a buttare in campagna.

Il racconto dell’uccisione di Nutellino ha fatto il giro del web e ha destato l’indignazione di moltissimi sedinesi e di tante altre persone a cui i commercianti che ogni settimana arrivano a Sedini hanno raccontato la terribile scena. E sono in tanti, anche sui social, che chiedono di non rimanere in silenzio davanti ad episodi di questo genere. “Sono essere viventi e come tali vanno tutelati - scrive qualcuno - e non è giusto girare la faccia dall’altra parte”. “Buon ponte Nutellino, sei stato speciale - ha scritto qualcun altro - purtroppo questa volta hai cercato affetto e coccole dalla persona sbagliata”. Insomma il fatto non è passato inosservato, anzi alcuni dei presenti alla terribile scena stanno raccogliendo testimonianze più dettagliate e denunceranno il responsabile ai carabinieri della stazione di Sedini per maltrattamento di animali.

Animale misterioso e indipendente, spesso pigro e sfuggente, il gatto è la figura più presente nella letteratura e fonte di ispirazione per poeti e scrittori. Ma anche loro, a volte, entrano nelle porte sbagliate.

In Primo Piano
Protezione civile

Vasto incendio in Trexenta, forse è doloso

di Gian Carlo Bulla
Le nostre iniziative