La Nuova Sardegna

Sassari

L’indagine

Sassari, dopo il furto in abitazione da 5000 euro lasciano la città: i carabinieri le rintracciano e le arrestano

Sassari, dopo il furto in abitazione da 5000 euro lasciano la città: i carabinieri le rintracciano e le arrestano

Le due donne di etnia rom sono state fermate una Oristano e l’altra in provincia di Vercelli. Un secondo colpo era stato sventato dalla padrona di casa

23 maggio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Sassari Due donne di etnia rom, di 48 e 41 anni, sono state arrestate dai carabinieri della stazione di Sassari in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal tribunale, con l’accusa di essere le responsabili di furto in abitazione messo a segno a Sassari lo scorso 12 aprile.

L’attività d’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Sassari, ha consentito di identificarle e raccogliere a loro carico utili elementi per far scattare le manette. Dopo aver indossato guanti in lattice per non lasciare impronte, le due donne avrebbero asportato diversi monili in oro ed argento per un valore di circa 5000 euro.

Le due arrestate sarebbero responsabili anche di un tentato furto in un’altra abitazione, commesso sempre a Sassari il 16 aprile, ma questa volta, scoperte dalla proprietaria di casa, si erano date alla in fuga.

Gli arresti sono stati eseguiti a Oristano e nel comune di Alice Castello in provincia di Vercelli dove le donne si erano trasferite. Per entrambe sono stati disposti gli arresti domiciliari.

In Primo Piano
Audizioni

La sanità sarda affonda: in consiglio regionale il grido di dolore dei presidenti degli Ordini dei medici

Le nostre iniziative