Coppa a rischio per la Nuoro Softball

 NUORO. Non si è ancora spenta l'eco del brillante risultato ai recenti campionati europei, conclusi 3 giorni fa con l'Olanda vittoriosa in finale contro l'Italia, dove hanno brillato le due lanciatrici della Nuoro softball Lindsey Meadows-Oosterveld (campionessa d'Europa con l'Olanda) e Paola Cavallo che ha onorato la maglia azzurra. Tre atlete del Nuoro nei primi 4 posti all'Europeo con le rispettive nazionali, ma la società sta rischiando di rinunciare a disputare le finali di Coppa Italia dal 26 al 29 agosto prossimi.  Il 30 luglio la federazione, dopo aver chiesto alle varie società partecipanti la disponibilità ad ospitare i 2 raggruppamenti finali, ha ritenuto più equa l'offerta di Fermana e Macerata, che insieme si offrivano di ospitare il concentramento B con Bollate, Nuoro, Caserta o Legnano. Il Bollate ha già rinunciato, in virtù di questo la Nuoro Softball ha chiesto di riformulare il calendario, al fine di concentrare le gare in 2 giorni in modo da abbattere i costi e consentire alla squadra nuorese di onorare come ha sempre fatto il suo impegno sportivo. «Vista la formula adottata dalla federazione, che ci mette in difficoltà - ha dichiarato il team manager Antonello Scrugli -, al momento stiamo valutando se partecipare o meno per motivi economici. L'essere in un'isola è un problema enorme per chi come noi disputa un campionato nazionale e con disponibilità finanziarie decisamente minime». Intanto numerosi sostenitori del softball sardo sono pronti a mobilitarsi, ribellandosi all'idea di vedere in questa situazione la loro squadra. Il team manager Scrugli resta ottimista: «Nonostante tutto stiamo tentando di evitare la rinuncia, le ragazze meritano di giocare questa competizione. Un motivo più è il fatto che le gare della finale, in programma il 3 settembre, saranno disputate in casa della squadra vincente il raggruppamento B, cioè il nostro. Quindi se riusciremo a partire, il nostro obiettivo sarà portare la finale a Nuoro».
WsStaticBoxes WsStaticBoxes