Softball, l’Italia di Ylenia cedo lo scettro europeo alle juniores olandesi

NUORO. Olanda campione d'Europa juniores di softball. Si è concluso a Rosmalen il torneo juniores per nazioni rispettando il pronostico che vedeva favorita la formazione di casa. Ma l’ Italia, nelle...

NUORO. Olanda campione d'Europa juniores di softball. Si è concluso a Rosmalen il torneo juniores per nazioni rispettando il pronostico che vedeva favorita la formazione di casa. Ma l’ Italia, nelle cui file giocava l’esterno centro del Nuoro softball Ylenia Pisanu, è consapevole che una migliore gestione della formazione, un arbitraggio meno scandaloso oltre a qualche errore sul campo, avrebbero potuto dare un'altra classifica alle azzurre. L'Italia cede il titolo ottenuto due anni fa in Austria alle olandesi, che battono in finale la Germania nettamente al 5° inning per 7-0 in una partita senza storia tecnica e ricca di episodi discutibili. Soddisfazione per l’azzurra Marta Gasparotto, che ha ricevuto il premio di miglior giocatrice dell'europeo, ma anche per la nuorese Ylenia Pisanu che ha ottenuto un punteggio di media battuta di 571 (secondo posto tra le azzurre) e 1000 di media difesa, mai eliminata per strikeout da nessun lanciatore.

«Ho dato il massimo - ha dichiarato Ylenia Pisanu – c'è una grande amarezza per non aver raggiunto un risultato che avremmo meritato». In tono dimesso il manager azzurro Luigi Soldi, in seguito all'eliminazione dall'europeo, pur avendo un roster dal potenziale elevato, nella seconda fase del torneo ha gestito in modo discutibile la formazione, andando incontro a due cocenti sconfitte contro Russia e Germania, tutto sommato di livello non eccessivamente superiore rispetto alle italiane. Fatale per le azzurrine la sconfitta con la Germania, che indubbiamente si presentava insidiosa, ma azzurre che riuscivano ad arginare le incursioni tedesche. Inutile il tentativo sul finale di riportare in pedana di lancio Elena Micheli, nella speranza di bloccare l'attacco tedesco. L'Italia ci ha messo il cuore e l'orgoglio, ma si è trovata davanti un avversario capace di piegare ogni resistenza azzurra: la Germania ha avuto la meglio e ha raggiunto la finale battendo le azzurre 8-4, per poi farsi travolgere dalle orange.

Nel frattempo lLa Des Caserta ha vinto la sua seconda Coppa Italia, competizione cui il Nuoro ha rinunciato per mancanza di atlete (troppe le convocate nelle rispettive nazionali in questo periodo). A Bologna nella Final Four, le campane hanno eliminato il Rhibo La Loggia in semifinale e poi, nella finalissima, hanno chiuso prima del limite un match senza storia contro il Dino Bigioni Unione Fermana.

Serenella Mele

WsStaticBoxes WsStaticBoxes