La Nuova Sardegna

Sport

Il Real mette la decima Champions in bacheca

Il Real mette la decima Champions in bacheca

Battuto ai supplementari l’Atletico Madrid raggiunto da Ramos nel recupero La squadra di Ancelotti dilaga nell’overtime con Bale, Marcello e Ronaldo

25 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





LISBONA. Ha vinto il Real Madrid con il gol di mr. 110 milioni, Bale, che ha salvato il Real e Casillas. Ma che finale di Champions! Parliamo di emozioni, perchè si sono visti tanti errori, specie del portiere del Real. E i gol li avevano fatti i difensori Godin e Sergio Ramos. La partita si è decisa nei supplementari. Per un’ora ha giocato meglio l’Atletico, nel finale è venuto fuori il Real. Questo il succo della partita. Nel primo tempo (non eccezionale tecnicamente, ma carico di tensione, l’Atletico ha giocato meglio. Il Real è parso inconsistente sino al veemente finale. Simeone aveva perso Diego Costa dopo soli nove minuti. E di questo si parlerà molto perchè era stato il giocatore a insistere per andare in campo, mettendo così un po’ a repentaglio la sua partecipazione al Mondiale.

L’Atletico ha tenuto sulla corda l’avversario anche nella ripresa, ma il Real ha poi creato parecchie occasioni, riuscendo a pareggiare sul filo di lana con Sergio Ramos. Poi ha approfittato della stanchezza della squadra di Simeone vincendo con il gol di Bale. Poi Marcelo ha segnato il gol del 3-1 e Ronaldo il 4-1 su rigore. Peccato per l’Atletico e per Simeone, fattosi espellere.

Quindi, questa finale che ha consacrato il trionfo del calcio spagnolo in Europa, come l’anno scorso aveva messo sull’altare quello tedesco, è finita al Real Madrid di Carletto nostro che è riuscito, anche senza lo squalificato Xabi Alonso a portare a casa l’attesissima «decima», la terza personale.

In Primo Piano
Meteo

Nubifragi e grandinate: dal Sassarese alle Baronie il maltempo colpisce il nord Sardegna

Le nostre iniziative