La Nuova Sardegna

Sport

TESTIMONIAL AI CAMPIONATI OFFSHORE

Maradona torna a Napoli acclamato dai tifosi

NAPOLI. «Sono tornato a casa, perché Napoli è casa mia, dove non volevano farmi più tornare». Così Diego Armando Maradona ha salutato dal palco del campionato «XCat» la folla di un migliaio di...

26 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





NAPOLI. «Sono tornato a casa, perché Napoli è casa mia, dove non volevano farmi più tornare». Così Diego Armando Maradona ha salutato dal palco del campionato «XCat» la folla di un migliaio di persone che lo acclamavano dal lungomare di Napoli.

Maradona non ha quindi risparmiato un riferimento alla sua vicenda col fisco italiano, ribadendo: «Io in Italia ho vinto e guadagnato in campo, e non in ufficio». Per il resto, la giornata di Maradona sul lungomare di Napoli per la gara di Offshore è stato un lungo abbraccio con i suoi tifosi che hanno seguito le gare di motonautica scandendo per tutto il pomeriggio cori per l'ex «pibe de OrO».

Significativo l'abbraccio che Maradona ha riservato agli scugnizzi che facevano il bagno sulla piccola spiaggia della rotonda Diaz: ragazzi nati molti anni dopo la sua parabola napoletana ma pronti a soffocarlo con il loro affetto. Nello stand Vip della gara di motonautica, l'ex asso del Napoli e campione argentino ha ricevuto l'abbraccio di coloro che sono riusciti a scattare un «selfie» con lui e ha chiacchierato con alcuni ospiti.

Come l' assessore regionale al turismo Pasquale Sommese, e l'artista Lello Esposito che gli ha donato un corno sormontato dalla testa di Pulcinella. Maradona, dopo le premiazioni, è tornato all'Hotel Romeo. Diego Armando Maradona ha indossato casco e protezioni ed è salito a bordo del catamarano da gara italiana di Tomaso Poli che ha però lasciato a lui il posto di guida, affiancato dall'altro pilota Matteo Nicolini. Maradona ha pilotato la barca per un breve giro nel Golfo ed è poi tornato sulla banchina accanto alla Rotonda Diaz. Diego ha mangiato pizze fritte ed ha anche ricevuto in dono un pastore del presepe che lo raffigura vestito da arabo per onorare Dubai, dove Diego vive da qualche anno.

In Primo Piano
Il fatto

Europeade, vigilia di proteste: polizia e caos con i gruppi spagnoli

di Alessandro Mele
Le nostre iniziative