La Nuova Sardegna

Sport

gli avversari

Vanigli: «Il Forlì è una squadra vera»

«Rimontare non è facile ma io non ho mai avuto dubbi sul risultato»

26 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





FORLI’. Festa grande negli spogliatoi dello stadio Morganti di Forlì. Mister Vanigli è consapevole di aver raggiunto un traguardo importante e si gode gli applausi dei tifosi e i sorrisi della dirigenza biancorossa. «Abbiamo giocato una bella partita sapendo che sarebbe stato facile. Dovevamo ribaltare lo 0-1 di Sassari e quando si deve vincere per forza i rischi di combinare pasticci sono dietro l’angolo. Invece noi siamo stati davvero bravi. Abbiamo aggredito la Torres dando una grande dimostrazione di carattere. Dopo il gol del vantaggio abbiamo continuato a giocare sfruttando la possibiltà di colpire in contropiede. Abbiamo arrotondato il risultato e non abbiamo mai tolto il piede dall’acceleratore».

«Credo - ha continuato Vanigli - che il Forlì abbia dimostrato una volta di più di essere una squadra vera, formata da ragazzi che non hanno mai mollato e che credono nella promozione in serie C. Ci manca solo l’ultimo passaggio, ma sono sicuro che possiamo farcela».

L’allenatore dei romagnoli confessa di non aver mai avuto dubbi sulla vittoria ai danni della Torres. «A Sassari siamo stati sfortunati. Abbiamo perso la partita ma ho capito che la Torres era in calo ed ero sicuro che alla distanza saremo venuti fuori. Il risultato mi ha dato ragione e il punteggio, oggi, poteva essere ancora più rotondo». Le dichiarazione del mister sono state condivise dai Melandri e Bernacci, due dei protagonisti della sfida. «Noi siamo in crescita, la Torres è in calo. Il 3-0 non ha altre spiegazioni». (a.l.)

In Primo Piano
Il piano

L’estate sicura di Areus: ecco la mappa della nuova disponibilità dei mezzi di soccorso del 118 nell’isola

Le nostre iniziative