La Nuova Sardegna

Sport

da coverciano

Bonucci sicuro: «Cassano merita di stare con noi ma decide il ct»

FIRENZE. «Il mio futuro è semplice: ho sempre detto che finchè la Juve mi vuole, rimarrò. Quando mi chiameranno e mi diranno che non c’è più posto per me, prenderò in considerazione altre offerte»....

28 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





FIRENZE. «Il mio futuro è semplice: ho sempre detto che finchè la Juve mi vuole, rimarrò. Quando mi chiameranno e mi diranno che non c’è più posto per me, prenderò in considerazione altre offerte». Non ha dubbi, Leonardo Bonucci, difensore bianconero, che ieri ha parlato a Coverciano. Questa dichiarazione d’amore nei confronti della squadra torinese però è l’unica concessione extra Nazionale che si è concesso. Riguardo all’azzurro, Bonucci si è reso protagonista di un vero endorsement per Prandelli e Cassano. «Da parte nostra non c’è mai stato nessun tipo di problema - ha sottolineato su Fantantonio - in questi due anni ha fatto qualcosa di importante e si è meritato di tornare in Nazionale. Non è compito di juventini o milanisti decidere se portarlo in Brasile: è una decisione che spetterà al ct. Lui, comunque, un valore aggiunto».

Dimenticato anche il battibecco sui “soldatini” di qualche anno fa: «Antonio è fatto così: dice quello che pensa, ma si fa ben volere dal gruppo», ha sottolineato Bonucci. Felicità anche per il rinnovo di contratto di Cesare Prandelli. «È una cosa piacevole - ha commentato il difensore azzurro - abbiamo iniziato un percorso di crescita nel 2010, che ci ha portato al secondo posto all’Europeo e al terzo alla Confederations e questo è merito del ct e del suo staff».

Chiusura sul modulo e sull’ambiente che gli azzurri troveranno in Brasile: «Stiamo provando qualcosa che ci permetta di adattarci agli avversari - ha chiarito - è un progetto nato da quando è arrivato il ct. Noi cerchiamo di mettere a disposizione di Prandelli le nostre conoscenze e la nostra esperienza. L’Europeo è stata un’avventura entusiasmante. Eravamo partiti con una serie di difficoltà e nessuno pensava che l’Italia sarebbe arrivata alla finale. Oggi lavoriamoo per costruire qualcosa d’importante».

Sarà importante prestare attenzione soprattutto alla fase difensiva: «Lo dimostrano i fatti che chi ha la miglior difesa quasi sempre porta a casa la vittoria - è sicuro Bonucci - noi abbiamo dimostrato di avere una fase difensiva importante».

In Primo Piano
La polemica

Pro vita e aborto, nell’isola è allarme per le nuove norme

di Andrea Sin
Le nostre iniziative