La Nuova Sardegna

Sport

la parola all’esperto

Ninni Corda è ottimista: «Con un pubblico così...»

Ninni Corda è ottimista: «Con un pubblico così...»

SASSARI. Ninni Corda non è mai banale e anche questa volta ha sorpreso tutti. Dopo tre stagioni alla guida del Savona in Prima divisione con risultati eccellenti e con un crescendo di apprezzamenti...

28 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. Ninni Corda non è mai banale e anche questa volta ha sorpreso tutti. Dopo tre stagioni alla guida del Savona in Prima divisione con risultati eccellenti e con un crescendo di apprezzamenti per la professionalità e la passione con le quali ha sempre lavorato, la scorsa settimana ha salutato tutti rinunciando a proseguire la collaborazione con la società ligure.

Una mossa che ha del clamoroso e che ancora non ha avuto spiegazioni, se non quelle ufficiali , da comunicato stampa. Ma oltre le frasi di rito, i ringraziamenti reciproci e frasi fatte varie non si è andati, un po’ come nella Juventus per la vicenda conte.

Lo stesso allenatore nuorese ancora non vuole parlarne, ma è disponibile a discutere della Torres che sembra destinata a ritornare a giocare in serie C, un campionato che il tecnico ex Savona conosce molto bene.

Sicuramente - esordisce Ninni Corda -, il campionato è molto difficile, sia per i valori tecnici che esprime ma anche perché saranno tante le squadre di grande blasone che vi partecipano. Credo che la Torres verrà inserita nel raggruppamento nord insieme ad avversarie del calibro di Novara, Monza, Cremonese, Vicenza, ma anche le altre formazioni del girone saranno di qualità. Di fatto, sarà un campionato dal livello piuttosto alto».

E come potrà collocarsi la Torres, da esordiente, in questo contesto?

“Per una matricola come quella sassarese – prosegue Corda – credo che sarà opportuno puntare a conservare la categoria senza rinunciare però a nulla. D’altra parte, Sassari merita non soltanto la serie C ma merita anche risultati importanti. Un pubblico come quello sassarese, che può dare una grandissima mano alla Torres, è molto difficile trovarlo nelle altre realtà del campionato”.

E’ ipotizzabile un ritorno di Ninni Corda in Sardegna?

«A parte il Cagliari, in Sardegna soltanto una chiamata della Torres potrebbe intrigarmi. D’altra parte, dopo i buoni risultati che ho ottenuto in questi ultimi anni credo sia giusto che io possa ragionare così. Credo di avere il diritto di puntare sempre più in alto come premio per il mio lavoro. Vedremo. Però, non nascondo che se ci fossero i presupposti, allenare la Torres non mi dispiacerebbe. Quindi, mai dire mai”.

Sono sempre più numerosi i giocatori sardi che si stanno facendo largo. «Se se c’è uno che ha sempre creduto nei giocatori sardi quello sono io. Ne ho portati tanti a Savona e tutti di qualità, sono stati apprezzati e adesso hanno prospettive importanti».

La rabbia degli agricoltori

Il movimento dei trattori blocca il porto di Cagliari: «Basta con le prese in giro»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative