Diomedi fa suo il rally d’Ogliastra

Secondo gradino del podio per Depau e Salis, terzo per Mannu e Medas

TORTOLÌ. Sulle spettacolari e impegnative strade dell'Ogliastra Maurizio Diomedi-Mauro Turati corrono da dominatori assoluti e con la loro Ford Fiesta WRC si aggiudicano nettamente la settima edizione del Rally Terra Sarda- Rally d'Ogliastra. Ieri pomeriggio all'arrivo a Porto Frailis, da dove sabato i concorrenti avevano preso il via della gara su asfalto valida come prima tappa di Coppa Italia terza zona organizzata dalla Porto Cervo Racing, il pilota calangianese si è presentato con il tempo di 1h08'21". L'equipaggio che lo seguiva, il valido e combattivo pilota di casa Marco Depau con la Ford Fiesta R5 e navigato da Fabio Salis, è finito staccato di 1'52"1. Terzo posto a sorpresa - visto che solo nell'ultima speciale sono riusciti a agguantare il podio grazie all'uscita di Bevacqua-Murranca (Peugeot s 2000) - per l'osilese Giuseppe Mannu con Angelo Medas (Renault Clio Rs - N2000 e ora Prod S3). Sono stati questi ultimi, per la prima volta sul podio nonostante siano partiti con il numero 23 e un mezzo di categoria inferiore, la sopresa della gara.

Diomedi, che si presentava al via della gara (389 km complessivi con quasi 100 di prove speciali cronometrate) in veste di vincitore dell'ultima edizione e della Coppa Italia, ha vinto tutte le otto prove speciali previste e, dopo l'uscita di scena di Vittorio Musselli-Claudio Mele (con l'altra Ford Fiesta WRC) ha corso una gara praticamente contro se stesso, con la pericolosa insidia di rilassarsi troppo (cosa che non è avvenuta affatto visto che anche nella seconda e conclusiva giornata ha tenuto un ritmo molto alto). Per lui la stagione agonistica inizia davvero nel migliore dei modi.

Alle spalle di Diomedi-Turati la settima edizione del Rally d'Ogliastra ha regalato tante belle emozioni e un bello spettacolo con Depau-Salis che non si sono mai arresi e hanno spinto a massimo sino alla fine e con la lotta per il terzo gradino del podio che si è risolta con il colpo di scena finale a favore di Mannu-Medas e con Bevacqua-Murranca davvero sfortunati dopo una bella gara che li ha visti costantemente nelle prime posizioni.

Dopo i primi tre la classifica continua con Piergiorgio Ladu-Tonino Mulas (Renaul Clio E A7) a 8'42"3 dal vincitore, Aneglop Balzano-Fabrizio Musu (Renaul Clio R3C) a 9'10"2, Gianmario Aisoni. Salvatore Mendola (Renaul Clio Rs) a 9'23"2, Gianpietro e Arianna Piras (Renault Clio E A7) a 9'55"5, Adrea Gallu-Giuseppe Pirisinu a 11'12"4, Pasquale Manca- Roberto Scilef a 12'38"4, Mirko PIredda. Cristiana Spanu a 12'57"9.

Roberto Spezzigu

©RIPRODUZIONE RISERVATA.
WsStaticBoxes WsStaticBoxes