Forza Cagliari: la Roma non è imbattibile

I rossoblù stasera si giocano la “vita”, dopo cinque giorni di ritiro sono pronti a dare l’anima per difendere la serie A

CAGLIARI. I bonus sono finiti. Il Cagliari ha l’acqua alla gola e oggi, contro la Roma, dovrà giocare con lo stesso spirito di chi vuole restare aggrappato alla vita. Forse è proprio la partita della vita per i rossoblù, che dopo cinque giorni di “clausura” ad Asseminello, in serata saliranno sul pullman che li porterà allo stadio con una missione da compiere: difendere ad ogni costo la serie A. I tifosi sono mobilitati, pronti a incitare la squadra che dovrà guadagnarsi il sostegno lasciando sul campo l’ultima goccia di sudore. Non importa il nome dell’avversario e non importa se ha più qualità di te. Stasera con la determinazione giusta e la cattiveria agonistica necessaria, si può provare ad annullare il gap. La fotografia è più o meno questa: la squadra dovrà avere un atteggiamento completamento diverso da quello di Genova, la rabbia e l’orgoglio per tirarsi fuori dai guai.

Il modulo. Diego Lopez non cambia. È consapevole che sarebbe un azzardo fare esperimenti in una partita che vale tutta la stagione. Il tecnico di Montevideo recupera Pisacane e Miangue e sembra intenzionato a gettarli da subito nella mischia. Il 3-5-2 è confermato e sarà ancora Barella a dover sostituire lo squalificato Cigarini. Padoin e Ionita lo aiuteranno, mentre Miangue sembra in vantaggio su Lykogiannis e dovrà far valere la sua velocità sulla corsia di sinistra.

Samba. Diego Farias è candidato ad affiancare Pavoletti in attacco. Il brasiliano sta bene, a Genova è stato uno dei pochissimi a salvarsi dal naufragio. La sua fantasia, i dribbling e la capacità di attaccare gli spazi, potrebbero creare difficoltà alla difesa della Roma, soprattutto dalla parte di Bruno Peres, che non sempre è puntuale nei rientri. La chiave del match è sulle corsie più che in mezzo al campo. Andranno limitati i rifornimenti per Dzeko, evitare di dare l’uno contro uno a El Shaarawi e Under. Non sarà semplice, ma se il Cagliari ci riuscirà, le percentuali di centrare un risultato positivo aumenteranno.

Gli avversari. Di Francesco ha annunciato diversi cambi nella formazione, anticipando che alcuni giocatori non sono al meglio dopo la faticaccia col Liverpool nella semifinale di Champions League. Rimasti a casa Strootman e Perotti, potrebbero restare fuori anche De Rossi e Florenzi, pronti a subentrare se ci sarà bisogno. I giallorossi giocheranno col tridente e l’ex Nainggolan avrà molti occhi addosso, così come Barella che il ds Monchi ha messo nella mista dei possibili acquisti per la prossima stagione. In mezzo al campo dovrebbe agire Gonalons, che soffre la marcatura stretta.

Statistiche. La Roma è imbattuta da sette incontri in serie A contro il Cagliari (5 vittorie, e 2 pareggi), parziale in cui i giallorossi hanno tenuto quattro volte la porta inviolata. La Roma ha subito nove dei 28 gol in questo campionato nel quarto d’ora finale di gioco. Mentre il Cagliari anche contro la Sampdoria è stato “perforato” nel quarto d’ora iniziale del match: sono 10 i gol incassati dai rossoblù in quella frazione di gioco, nessuno ha fatto peggio. Oggi bisognerà evitarlo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA



WsStaticBoxes WsStaticBoxes