La Nuova Sardegna

Sport

In campo a Oliena nel nome di Zola

In campo a Oliena nel nome di Zola

Da venerdì il torneo dedicato al padre di Magic Box: «Fair play e amicizia»

31 maggio 2018
2 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. Passione, sorrisi e un pallone. Se poi si è bravi a dribblare e tirare, meglio. Ma questa è un'altra storia. A Oliena, nel cuore di una Sardegna inimitabile, da venerdì 8 a domenica 10 giugno si svolge il quinto Memorial Ignazio Zola. Un evento spot di un calcio genuino, proprio come sarebbe piaciuto al padre di Gianfranco, campione in Italia e all'estero.

La tre giorni è un filo prezioso tra mondo giovanile, con Ignazio interprete da dirigente della Corrasi, e l'esempio dato dal figlio con la maglia 10: umiltà, lavoro e ancora lavoro.

L'edizione 2018 per la prima volta si apre oltre Tirreno. Oltre alle migliori società isolane - venti squadre nei tabelloni Esordienti, Pulcini, Primi calci e Piccoli amici, in campo domenica - lo stadio "Arenaglios" sarà teatro di sfide di alto profilo tra i Giovanissimi.

«Abbiamo ampliato il confronto e coinvolto alcuni club in cui ho avuto l'onore di giocare. Ma lo spirito è quello solito: proporre occasioni, basate sul fair play, utili per crescere, in campo e fuori», rimarca Gianfranco Zola. I team di Cagliari, Napoli e Chelsea se la vedono con i coetanei di Corrasi Junior, Dorgalese, Oliena, Nuorese e Corrasi selection. Giovanissimi doc in rampa di lancio. Il torneo - dalle 9 alle 19.30 di venerdì, finali sabato dalle 16 alle 19 - prevede i titoli Master e Provinciale.

Curato dal cugino e dalla sorella, Massimo e Silvia, di Gianfranco Zola, il torneo ha nel comitato organizzatore Fulvio Marrucco, Pierluigi Rosa e l'ex compagno di Magic box alla Nuorese, Gianfranco Moro.

L'evento in ricordo di Ignazio Zola, è supportato da Comune di Oliena, operatori ed enti locali, Soccorso olianese e Corrasi junior: «Siamo grati alla Corrasi, con noi dalla prima edizione, e agli amici che ci hanno dato una mano. Il calcio giovanile è linfa vitale, guai a trascurare dettagli tecnici e organizzativi. Testimonial? «Credo - dice Gianfranco Zola - che qualche amico possa venire a trovarci». Il Baronetto d'Inghilterra tiene le carte coperte. Ma a Oliena potrebbero esserci alcuni suoi ex colleghi. Tra questi, Di Matteo, Wise, Casiraghi, Tore Andre Flo. Anche per questo si annuncia il pienone: sono state allestite tribune supplementari per 1000 posti.

Mario Frongia



In Primo Piano
Il piano

L’estate sicura di Areus: ecco la mappa della nuova disponibilità dei mezzi di soccorso del 118 nell’isola

Le nostre iniziative