Supercoppa, grande Dinamo per tre quarti di gara poi passa la Virtus: 76-88

Marco Spissu, autore di una grande prova a Bologna

Generosa prova dei sassaresi in casa delle V nere. La finale sarà Bologna-Milano

BOLOGNA. La Dinamo ha lottato con le unghie e con i denti ma alla fine deve lasciare la Supercoppa. Nella semifinale giocata in casa della Virtus e davanti a circa 2000 spettatori, i sassaresi si sono arresi nell'ultimo quarto (76-88) dopo aver condotto a lungo la partita e aver chiuso in vantaggio a metà partita sul 52-51 e  comunque attaccati agli avversari dopo il terzo quarto finito sotto di tre punti (62-59).

Marco Spissu è stato certamente il migliore con quattro bombe e una prestazione di grande spessore. Bene certamente anche Bilan con 24 punti. Sicuramente a condizionare la squadra sassarese c'è stato un episodio controverso nel secondo quarto, quando Pozzecco è stato espulso per proteste (era il secondo tecnico che il coach prendeva durante la partita) per una decisione arbitrale discutibile: un fallo d'attacco fischiato a Bilan per un contrasto con Teodosic che è apparso assolutamente veniale o al massimo si poteva assegnare il fallo al giocatore della Virtus.

Nell'altra semifinale Milano ha avuto la meglio sull'Umana Venezia per 76-67. La finale di domenica sarà dunque fra i virtussini e i milanesi di Ettore Messina.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes