Inter-Milan e Napoli-Atalanta, un sabato-show

ROMA. Prima era un incubo, ora una maledetta realtà. Il covid sbuca da tutte le parti e dopo il cluster Genoa, tocca a sei dell'Inter, a Ronaldo e a tanti altri, con quarantene, tamponi e tanta paura....

ROMA. Prima era un incubo, ora una maledetta realtà. Il covid sbuca da tutte le parti e dopo il cluster Genoa, tocca a sei dell'Inter, a Ronaldo e a tanti altri, con quarantene, tamponi e tanta paura. Ne fa le spese anche il turno di serie A che precede le coppe e che apparecchia sfide magnifiche, come il derby Inter-Milan e Napoli-Atalanta, coi partenopei imbufaliti per lo 0-3 con la Juve e un punto di squalifica per il forfait allo Juventus stadium. C'è la consapevolezza che un allargamento dei contagi porterebbe a un nuovo stop.

C'è un'attesa vibrante per il derby di oggi (ore 18) che celebra il ritorno in pianta stabile di Inter e Milan fra le candidate allo scudetto. C'è la sfida di Lukaku e Ibra, guarito dal Covid, quella in panchina tra l'effervescente Conte e il serafico Pioli. L'Atalanta, condotta per mano dall'ispirato Papu Gomez e che ritrova Ilicic, reduce da una sofferta e lunga assenza, è una spietata macchina da gol ma dovrà sostenere un altro esame (ore 15) in casa di un Napoli furibondo. Pronostico obbligato per la Juve contro l'unica neopromossa in affanno, il Crotone (20,45) di Stroppa. La Lazio (ore 18) se la vede con la Sampdoria di Ranieri, squadra da non prendere sottogamba per evitare scherzi.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes