Dinamo in campo senza Gentile e con l'incubo Covid

Spissu e Bilan, colonne portanti della Dinamo

Densa di insidie la sfida di domenica al Palasserradimigni: in squadra un positivo al virus

SASSARI. La Dinamo domenica sul parquet  di Sassari con l'incubo Covid. La sesta giornata del campionato mette di fronte i biancoblu con la Pallacanestro Varese, sfida che si disputerà al PalaSerradimigni alle 19, e per la quale coach Pozzecco non avrà a disposizione almeno due giocatori: Stefano Gentile, ancora fermo per un infortunio muscolare, e un altro elemento della squadra, risultato positivo al coronavirus, e di cui la società non rende noto il nome.

Dopo la sconfitta rimediata a Venezia domenica scorsa, la Dinamo cerca di rilanciarsi subito, ma contro Varese allenata da Massimo Bulleri, nulla sarà facile. «Stefano Gentile non è in recupero. Rispetto alle assenze legate alla patologia Covid bisogna aggiungere i classici infortuni che possono capitare nel corso di una stagione che il coronavirus non ha certo fermato», spiega Gianmarco Pozzecco nel presentare la gara del PalaSerradimigni. Gli aspetti tecnici lasciano spazio alle considerazione sulla difficile situazione generale, causa pandemia.

«Credo che in questo momento non sia facile lavorare come se nulla fosse e motivare i ragazzi - chiarisce il coch dei sassaresi - Abbiamo l'aggravante di aver avuto dei casi e questo inficia la serenità del gruppo: prima la casistica ci aveva aiutato ma è una situazione con cui tutti dobbiamo fare i conti, basta anche solo un giocatore positivo a togliere la serenità che avevi prima, indipendentemente dal contesto in cui si vive, che è di per sè preoccupante». (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes