Joao Pedro e Nandez: il Cagliari batte 2-0 la Sampdoria

Il rigore di Joao Pedro che ha sbloccato il risultato (foto di Mario Rosas)

I rossoblù sfruttano l'uomo in più dopo l'espulsione alla fine del primo tempo di Augello

CAGLIARI. Il Cagliari batte 2-0 la Sampdoria alla Sardegna Arena e ritrova il sorriso. Decidono un rigore di Joao Pedro, al quinto gol stagionale, e un contropiede di Nandez nella ripresa, dopo che il primo tempo si era concluso con gli ospiti in inferiorità numerica per l'espulsione di Augello.

In avvio Di Francesco sceglie di schierare subito Ounas per fruttare al meglio la bravura dell'algerino nei dribbling. E la scelta sembra premiare subito l'allenatore rossoblù: lancio di Ounas e Joao Pedro che di testa colpisce in pieno la traversa. Sembrava l'inizio di una partita spumeggiante, come tradizione degli scontri diretti fra le due squadre. Invece nulla di nulla, massimo equilibrio sino al 38' quando Augello sbaglia e fa scappare Nandez verso la porta. Il doriano atterra l'avversario. In un primo momento Ayroldi opta per il giallo. Poi al Var cambia idea, ed espelle il giocatore genovese per fallo da ultimo uomo.

All'inizio della ripresa, Di Francesco forza i tempi: inserisce all'esterno sinistro Sottil al posto di Marin. Non si fa tempo a iniziare che il Cagliari passa: Joao Pedro fa il pallonetto a Tonelli che lo butta giù. Rigore senza discussioni, che il brasiliano trasforma. Dopo l'1-0 i rossoblù potrebbero sfruttare alcuni ghiotti contropiede, e al 19' arriva il raddoppio con Simeone che allunga un pallone straordinario per Nandez che in velocità si beve Candreva e insacca la sua prima rete stagionale.

Arriva anche il 3-0, firmato da Sottil, ma l'arbitro annulla per un fuorigioco millimetrico di Ounas, autore del passaggio decisivo per il compagno.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes