Per Nico Mannion prima giornata da Warrior

ROMA. Cadenza romana, mentalità americana e un futuro davanti ancora tutto da scrivere. Nella sua prima giornata da “warrior” Nico Mannion si è presentato parlando in italiano. Il giovanissimo...

ROMA. Cadenza romana, mentalità americana e un futuro davanti ancora tutto da scrivere. Nella sua prima giornata da “warrior” Nico Mannion si è presentato parlando in italiano. Il giovanissimo talento italoamericano, scelto nel Draft Nba dai Golden State Warriors, ha parlato ieri dopo l’ufficialità della scelta da parte della franchigia californiana. «Sono contento di stare qua a San Francisco e giocare con questi giocatori e questa squadra – ha detto il talento nato a Siena nel 2001 –. Mio papà è stato scelto qui, è stato emozionante quando l’ho saputo perché ho immediatamente collegato a quello che era capitato a lui. Il mio idolo è lui, ho visto tanti suoi filmati, ma il giocatore che studio di più è Steve Nash, per la sua intelligenza e per la persona che è fuori dal campo. Sono stato fortunato ad andare in Italia per giocare con le nazionali, sia quelle giovanili che la maggiore. È uno stile di pallacanestro diverso, provo a incorporarlo nel mio e portarlo negli Stati Uniti».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes