I pongisti sardi scelgono Carrucciu

Confermato per la terza volta consecutiva alla presidenza regionale della Fitet  

CAGLIARI. Per la terza volta consecutiva il pongismo sardo ha scelto Simone Carrucciu, confermato presidente del comitato regionale della Fitet, la federazione di tennistavolo. Un plebiscito, quello per Carrucciu (candidato unico, 77 voti su 77), che si avvarrà della collaborazione di quattro consiglieri, i due riconfermati Gianluca Mattana, presidente della Muraverese, e Maurizio Muzzu, militante nel club Il Cancello Alghero, e le new entry Francesco Zentile, presidente del Santa Tecla Nulvi, e Michele Lai, presidente della società pongistica Guspini.

«La mia rielezione è il premio del grande lavoro svolto nei primi due mandati – dice Carrucciu– , in questi anni abbiamo creato tante attività attraverso l’organizzazione di stage olimpici e paralimpici. Importantissime anche le introduzioni di altre figure come preparatore atletico, fisioterapista, psicologo. Tra le iniziative intraprese, spicca soprattutto “Vivi il Ping-Pong”, un progetto di arredo urbano, con finalità sportive, sociali e culturali che coinvolge tutti, con un beneficio sia per le comunità, sia per le nostre società sportive».

Dietro il successo di Simone Carrucciu che porta a tre i suoi mandati consecutivi c’è una base consolidata e affiatata che sostiene un programma sempre più ambizioso che punta a rafforzare l’immagine della disciplina in tutto il territorio.

Seicento tesserati, 32 società affiliate, il tennistavolo sardo nella nuova stagione sarà rappresentato nella A 1 da quattro squadre, due in campo maschile (Norbello e Marcozzi Cagliari) e due nel torneo femminile (Norbello e Quattro Mori Cagliari). Mentre in A 2 saranno tre le formazioni isolane al via: nel torneo maschile la Marcozzi B, in quello femminile la Quattro Mori B e il Norbello B. La società del Norbello è stato fondato nel 1998 proprio da Simone Carrucciu, 44 anni, che attualmente ricopre il duplice ruolo di presidente del comitato regionale e della società del Guilcer, nonché quella di vicepresidente del Comitato paralimpico regionale. «Ci dispiace che a causa dell'emergenza legata al coronavirus, siano stati rinviati i campionati nazionali - conclude presidente del tennistavolo sardo - ma alla ripresa, prevista nel weekend dell'8 - 9 gennaio 2021, il Norbello si presenterà con due squadre competitive Ma intanto stiamo lavorando per rispettare il tradizionale appuntamento dell'8 dicembre con il Torneo Città di Norbello, che quest'anno farà da scenario all'incontro internazionale tra l'Italia femminile e la Repubblica Ceca, valido come qualificazione agli europei».

Sergio Casano

WsStaticBoxes WsStaticBoxes