Lo skipper di Luna Rossa: "Per noi un buon avvio di Coppa America"

Luna Rossa in azione nelle acque di Auckland

Due vittorie e due sconfitte nei primi 2 round robin della Prada Cup ad Auckland: "La cosa positiva è che la barca va bene sia con vento leggero che con vento sostenuto"

CAGLIARI. Due vittorie e due sconfitte. E' il bilancio Luna Rossa dopo i primi due round robin della Prada Cup, che designerà lo sfidante di New Zealand alla 36ma edizione della Coppa America, la regata più antica e prestigiosa del mondo, in programma dal prossimo 6 marzo ad Auckland, la città più popolosa della Nuova Zelanda. Gli unici due punti l'imbarcazione italiana guidata dallo skipper romagnolo Max Sirena, con a bordo anche il cagliaritano Davide Cannata, li ha conquistati contro American Magic: la prima vittoria l'ha ottenuta nella prima regata del secondo giorno di Prada Cup contro American Magic.

Un exploit che ha riscattato il passo falso fatto registrare all'esordio contro gli inglesi di Ineos UK, risorto dopo i passaggi a vuoti nelle World Series, disputati ma non conclusi per lo scemare del vento poco prima di Natale sempre nel Golfo di Hauraki, davanti ad Auckland. L'ultimo successo contro gli americani è giunto al termine di una giornata che si stava per trasformare in tragedia perché nel match race contro gli italiani l'A C 75 di American Magic a causa di un colpo di vento si è ribaltato rischiando di affondare.

Un incidente che ha spianato la strada a Luna Rossa che così nello scorso weekend ha conquistato il secondo punto della prima fase della Prada Cup, dopo aver perso entrambe le sfide con Ineos Uk del baronetto Sir Ben Ainslie, un' icona della vela mondiale, lo skipper di Ineos Team UK, che nel 2013 ha vinto la Coppa America con gli americani Bmv Oracle Racing e finora risulta il velista inglese più vincente delle Olimpiadi: ha conquistato quattro medaglie d'oro e una d'argento nelle classi Laser e Finn:

"Si è chiuso il primo weekend di regate della Prada Cup. Sono stati tre giorni impegnativi e interessanti, abbiamo imparato tanto - dice Max Sirena, skipper e team director di Luna Rossa - abbiamo fatto anche tanti errori. La cosa positiva è che la barca va molto bene sia con vento leggero che con condizioni più sostenute. A volte non abbiamo applicato alla perfezione la regola base del match race, cioè quella di accettare di perdere qualche metro di vantaggio per metterci tra la boa e l’avversario, e questo è stato un errore. Nella seconda regata abbiamo avuto dei problemi con il Racing Software e abbiamo fatto una regata praticamente al “buio”.

Siamo molto dispiaciuti per quello che è successo alla barca americana, purtroppo questa è la Coppa America e anche questo fa parte del gioco"". Il weekend si è concluso con tutti i due round robin a favore di  Ineos Uk, che conclude la serie di match race imbattuto e al comando della classifica, seguito da Luna Rossa Prada Pirelli e America Magic del New York Yacht Club, l'unico team che finora non è riuscito a racimolare un punto. Ora la Prada Cup si prende una pausa: ritornerà nella notte tra giovedì e venerdì prossimi quando ad Auckland andrà in scena il terzo round robin dei quattro gironi di tre regate ciascuno.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes