Doppietta di Cestaro, che Carbonia!

I minerari ribaltano il Lanusei e cancellano lo scivolone di domenica a Sassari 

SANTADI. Vince il Carbonia su un Lanusei combattivo passato in vantaggio ma si è fatto raggiungere e dopo la superiorità numerica per l’espulsione di Bonu. I padroni di casa ne approfittano padroni e su corner arriva la doppietta di Cestaro per 3 punti preziosissimi che portano la squadra di Mariotti al quinto posto. Partita speciale per gli uomini del Sulcis che venivano da una pesante sconfitta dopo un brutto primo tempo contro la Torres, c’era la necessità di riscattarsi. La partita non si è messa bene visto che al 9’ gli ospiti sono andati avanti. La reazione è stata immediata ed il pareggio è arrivato dopo solo 2’.

Cominciano in avanti i minerari ma gli ogliastrini non si fanno sorprendere e replicano ad ogni colpo. All’improvviso su un contrasto in avanti Attili è lesto a sparare in porta, la sfera incontra una deviazione e per Manis non c’è nulla da fare. La paura è che il gol faccia tremare la squadra come nel primo tempo di Sassari ma i biancoblù reagiscono e dopo solo 2’ da un’azione sulla sinistra con Tetteh, la palla arriva vicino alla porta dove Cestaro è lestissimo ad infilare.

Nella ripresa è un continuo batti e ribatti e la partita sembra non avere un vincitore, anche se al 57’ Gjuci si fa trovare in area ma nel tentativo di scavalcarlo di scontra col portiere ed è fallo. Al 60’ su un lancio dalle retrovie Cappai è bravo ad anticipare Bonu che lo tira per la maglia fino a farlo cadere, l’attaccante era diretto in porta senza avversari per l’arbitro è espulsione, gli ogliastrini invocano un fuorigioco non rilevato dal guardalinee, Lanusei in 10 e Carbonia che stringe d’assedio la metà campo ospite. da fuori ci prova Piredda al 69’ma spara alto, fino a quando su un corner al 73’ La Gorga respinge corto e Cestaro è lì per spingere in porta la palla del 2 a 1.

All’ 82’ Odianose suggerisce per Gjuci ma la palla è lunga Tre punti ed una prestazione importantissimi per il morale della neopromossa che ha urgenza di arrivare alla quota salvezza e deve combattere anche con le difficoltà create dalla mancanza di un campo da gioco adeguato, quello di Santadi appare davvero più un campo di patate che un campo di calcio. Per gli ospiti migliore dei suoi Attili, una spina nel fianco per la difesa, per i biancoblù grande prova di Cestaro che ha raggiunto quota 6 reti, gran bottino per un difensore.Il Carbonia è atteso domenica da un incontro impegnativo contro il Gladiator.

Carlo Floris

WsStaticBoxes WsStaticBoxes