Musetti oggi se la vede con Novak: «Sto giocando molto bene»

CAGLIARI. Entra nel vivo l’Atp 250 di tennis a Cagliari. Aspettando i turni di Sonego, Travaglia e Musetti, gli azzurri perdono per strada ai sedicesimi Gaio, sconfitto in due set dal serbo Djere....

CAGLIARI. Entra nel vivo l’Atp 250 di tennis a Cagliari. Aspettando i turni di Sonego, Travaglia e Musetti, gli azzurri perdono per strada ai sedicesimi Gaio, sconfitto in due set dal serbo Djere. Niente da fare nelle qualificazioni per Viola, battuto da Kovalik. Domenica avevano già salutato il torneo di singolare Jacopo Berrettini, Pellegrino e Forti.

Ieri bene, a sorpresa, in due set il bulgaro Gerasimov sull’argentino Pella. Mentre Hanfmann si è aggiudicato il match maratona con Paul: due ore e cinquantasei minuti. Oggi è il giorno dell’esordio di Musetti, a fine mattinata con Novak. «Dopo Miami sono tornato a casa - ha detto in conferenza stampa - ho fatto due giorni di allenamento e poi sono venuto a Cagliari per abituarmi al cambio di superficie. Ovviamente ora ci sono più pressioni ed aspettative su di me. Spero di potermi confermare questa settimana, sto giocando bene e mi sento a mio agio in questo posto bellissimo». Il presidente Angelo Binaghi coccola il suo campione. Ma non solo lui: «Avere dieci giocatori nei primi cento del mondo è un successo di tutto il movimento tennistico italiano, a cui la federazione dà l’impostazione, e che quindi sento nostro. Sinner? Credo che per lui sia un vantaggio avere altri nove connazionali nei top 100, così da avere meno pressione, ma anche creare un sistema competitivo come successo nel tennis femminile nel recente passato».

In programma oggi anche il derby Cecchinato-Fabbiano, mentre Travaglia dovrà provare a superare Simon. In campo anche il numero 10 al mondo Matteo Berrettini, in doppio col fratello Jacopo.

Stefano Ambu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes