Luci spente a San Siro per il Cagliari: vince l'Inter 1-0

Guglielmo Vicario grande protagonista all'esordio in serie A

Decide al 32' della ripresa Darmian. Ottimo esordio in serie A del portiere Vicario

MILANO. Cagliari generoso contro l’Inter ma non basta. Non si accendono le luci a San Siro per i rossoblù che invece incassano una nuova sconfitta e continuano la caduta libera verso la B. Alla fine del campionato mancano infatti 8 giornate, il tempo si assottiglia e la situazione è peggiorata vista la vittoria corsara del Torino sul campo dell’Udinese. Contro l'Inter l'unica bella notizia arriva da Guglielmo Vicario che ha esordito in A sostituendo Cragno in maniera brillante. Bene anche Carboni, che ha ritrovato una maglia da titolare e si è disimpegnato bene sulla linea della difesa.

Sin dall’inizio l’Inter fa il gioco, mentre il Cagliari si difende con ordine anche se poi non riesce a essere incisivo nelle ripartenze. Un canovaccio che si è ripetuto per tutta la partita.  Scocca il 10’ minuto quando Eriksen tira di destro trovando la risposta di Vicario che vola sulla sua sinistra per deviare la sfera in calcio d’angolo. Al 23’ Sensi dal limite prova un tiraccio rasoterra che però sfiora il palo alla sinistra del portiere rossoblù. Sei minuti dopo tocca a Sanchez provare la conclusione che Vicario blocca con sicurezza a terra. Il Cagliari si difende con ordine sulla prevalente iniziativa offensiva dell’Inter. Tiene a lungo la sfera ma poi non riesce a trovare profondità e occasioni da rete.

E dunque al 37’ ancora l’Inter ci prova con Eriksen che però di destro spedisce la sfera sul fondo. C’è Nainggolan che rompe gli indugi e al 39’ prova la conclusione potente dalla distanza ma Handanovic è pronto e respinge in tuffo. Al 40’ c’è ancora Vicario alla ribalta con una prodigiosa respinta su conclusione forte e ravvicinata sul primo palo di Darmian.

Vicario che apre anche la ripresa al 3’ respingendo il bel tiro quasi dal vertice dell’area cagliaritana di Sensi. Al 10’ cross di Brozovic e bella capocciata di Lukaku che sfiora il palo alla sinistra di Vicario. Il portiere del Cagliari è pronto subito dopo sulla gran botta di Eriksen, mandando la palla sopra la traversa. Poi il portiere esordiente in serie a blocca a terra un tiro rasoterra di Lukaku. L’Inter stringe i tempi mentre il Cagliari si abbassa forse troppo, non riuscendo ancora a pungere sul fronte offensivo.

Nerazzurri invece sempre pericolosi tanto che al 24’ su calcio d’angolo colpisce la parte superiore della traversa con un colpo di testa di De Vrij. Conte forza inserendo Lautaro e Hakimi un minuto dopo, come dire: ti giri veso la panchina ed entrano due più forti di quelli che escono Semplici invece fa entrare in campo Asamoah al posto di Duncan.

Alla fine l'Inter, batti e ribatti, riesce a sbloccare il risultato al 14’ dalla fine con Darmian che sfrutta un passaggio sotto porta del neo entrato Hakimi.A 6’ dalla fine Simeone entra al posto di Rugani. Poi entrano anche Pereiro e Cerri, ma è tutto inutile. L'Inter infila l'undicesimo successo consecutivo e vola verso lo scudetto. La sconfitta invece arriva inesorabile a inchiodare il Cagliari in una posizione ormai disperata.

Inter (3-5-2): Handanovic, Skriniar, De Vrij, Bastoni, Darmian (39' st D'Ambrosio), Eriksen (36' st Gagliardini), Brozovic, Sensi (36' st Vecino), Young (24' st Hakimi), Lukaku (24' st Lautaro Martinez), Sanchez (27 Padelli, 97 Radu, 13 Ranocchia, 14 Perisic, 99 Pinamonti). All.: Conte.

Cagliari (3-5-2): Vicario, Rugani (39' st Simeone), Godin, Carboni, Zappa (46' st Cerri), Marin, Nainggolan, Duncan (27' st Asamoah), Nandez, Pavoletti (46' st Pereiro), Joao Pedro. (1 Aresti, 34 Ciocci, 3 Tripaldelli, 15 Klavan,16 Calabresi, 22 Lykogiannis, 40 Walukiewicz). All.: Semplici. Arbitro: Pairetto di Torino.

Rete: nel st 32' Darmian.

Note. Angoli: 5-0 per l' Inter. Ammoniti: Brozovic e Nainggolan per gioco falloso. 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes