Il Leeds al Cagliari: vogliamo Nandez

Il club inglese pronto a versare la clausola rescissoria di 36 milioni. Accordo raggiunto con Ceppitelli per il rinnovo

CAGLIARI. Godin a parte, Semplici riparte dalla difesa della rimonta. Per Ceppitelli è praticamente fatta: c’è un accordo di massima per il rinnovo con un altro anno di contratto più un’opzione sul successivo. Per la firma si aspetta il ritorno dalla vacanze dell’ex Bari. A destra lui, a sinistra Carboni. E al centro: se non si dovesse trovare l’accordo con Godin, l’idea è quella di puntare su un giocatore collaudato in serie A. Il fiorentino Pezzella, vista anche l’aria che tira in Toscana, potrebbe andare via e il Cagliari ci sta pensando. A proposito di asse viola rossoblù entro la settimana dovrebbe essere definita la questione Sottil: il Cagliari rischia di acquistare definitivamente l’under 21 (ha già esercitato il diritto di riscatto) perché senza Gattuso la decisione sará tutta del direttore sportivo Pradè. Se la Fiorentina dovesse esercitare il diritto di controriscatto arriverebbero in Sardegna soldi freschi, oltre due milioni, da reinvestire sul mercato. Magari pescando sempre dalla Fiorentina Caceres per la fascia destra.

Dalla parte opposta il nome è sempre quello di Di Marco: l’Inter, proprietaria del cartellino, peró vuole soldi e non altre formule. Tra l’altro si è intiepidita la trattativa per portare Nandez in nerazzurro. Anche perché Bielsa avrebbe chiesto insistentemente l’uruguaiano per il suo Leeds. Ma si parte dalla clausola rescissoria di 36 milioni. Con l’Inter si ragiona sempre a parte per Nainggolan. C’è un obiettivo: portare il belga da subito in ritiro senza il tira e molla della scorsa stagione durato sino a gennaio.

La questione portiere è legata all’arrivo in sede di una proposta adeguata per Cragno. Per la sostituzione c’è in casa Vicario. A meno che non si punti sulla scelta “identitaria” di riportare Sirigu in Sardegna: un’ipotesi che spunta fuori ogni estate da qualche anno a questa parte. E che non si concretizza mai. Per l’attacco si aspetta di capire quale sarà il destino di Simeone. Due le possibilità: rilancio in rossoblù o più probabile nuova avventura in Italia o forse in Francia. Il Cagliari cerca, in caso di addio, un giocatore con le sue caratteristiche. Il nome nuovo è quello di Santos Borre : il problema è che ci sono sulle tracce del colombiano del River Plate squadre come Lazio e Inter. I video in rete raccontano di un giocatore che sa muoversi in area e freddo sotto porta: uno che più che allo spettacolo bada al sodo. Ha già visto l’Europa a 21 anni in Spagna con diciassette presenze e due gol con il Villareal. Poi 83 apparizioni e 32 reti in Argentina con il River Plate. Gol che hanno fatto riaccendere l’interesse del vecchio continente.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes