Settimana ciclistica sarda: sette azzurri olimpionici al via

Elia Viviani

Gli italiani prepareranno i Giochi lungo le strade isolane

SASSARI. Sette atleti della Nazionale italiana coloreranno d’azzurro la prima edizione della “Settimana ciclistica italiana - Sulle strade della Sardegna”. Dopo Filippo Ganna, Damiano Caruso e Elia Viviani - che avevano già espresso la volontà di correre nell’Isola in preparazione dell’Olimpiade - arriva ora l'ufficialità, assieme ad altre importanti conferme: Alberto Bettiol, Gianni Moscon, Giulio Ciccone, Michele Scartezzini e Simone Consonni completano infatti il settebello tricolore che dal 14 al 18 luglio correrà sulle strade sarde a caccia di successi (ovviamente) e di chilometri da mettere sulle gambe in prospettiva olimpica.

Di questa nutrita e titolata rappresentanza della Nazionale italiana, composta come detto da alcuni tra gli stradisti e i pistard prossimi protagonisti a Tokyo e da nomi che hanno lasciato e lasceranno il segno nella storia recente del Giro d’Italia e del ciclismo mondiale: Caruso, secondo al recente Giro d’Italia, il campione del mondo della cronometro e dell’inseguimento individuale Ganna, l’oro olimpico dell’omnium a Rio de Janeiro 2016 nonché portabandiera della delegazione italiana durante la cerimonia di apertura dei Giochi di Tokyo.

Insieme a loro, tra gli iscritti alla “Settimana della Sardegna” da segnalare anche la presenza dell’ex campione italiano Giovanni Visconti, del toscano Diego Ulissi - vincitore in carriera di 8 tappe al Giro d’Italia - e del belga Ben Hermans. Proprio in questi giorni stanno arrivando le ultime conferme legate alla partecipazione degli atleti appartenenti alle varie squadre, e sembrano esserci tutti i presupposti perché la neonata gara a tappe made in Sardegna sia destinata a rivestire un ruolo di primaria importanza per il movimento italiano ed internazionale. Tutto accade quando manca ormai pochissimo alla partenza dei questa attesissima prima edizione dell’evento - gara di classe UciI 2.1- organizzato da Great events e Natura Srl con il supporto tecnico del Gs Emilia.

In aggiunta alla Nazionale italiana sono 20 le squadre ufficialmente iscritte: Uae Team Emirates, Bora - Hansgrohe, Israel Start-Up Nation, Team Bikeexchange, Bahrain Victorius, Movistar Team, Vini Zabù, Gazprom-Rusvelo, Bardiani Csf Faizanè, Delko, Eolo-Kometa Cycling Team, Androni Giocattoli - Sidermec, Uno-X Pro Cycling Team, Sport Vlaanderen - Baloise, Team Arkea - Samsic, Euskaltel - Euskadi, Amore&Vita, Work Service Marchiol Dinatek, Giotti Victoria - Savini Due e Mg.K Vis Vpm. Manca la Qhubeka-Assos, manca Fabio Aru- Partenza da Alghero, passaggi a Sassari e Oristano e arrivo a Cagliari. Cinque tappe, un tracciato da 860 km, 21 team al via, 7 atleti per squadra, circa 3000 persone al seguito fra staff tecnici e familiari.

Un’imperdibile occasione per l’Isola, che per l’intera Settimana ciclistica salirà alla ribalta mondiale come unica competizione, oltre allo storico Tour de France, in avvicinamento alla sfida a cinque cerchi: i più grandi si divideranno infatti tra Francia e Sardegna, non ci sono alternative. Massima visibilità, con finestre Rai annesse, altissimo tasso di interesse e una luminosa finestra spalancata sull’Isola, sulle sue città, le sue strade, il suo patrimonio, la sua storia, il suo mare, il suo entroterra e la sua essenza. Il tutto valorizzato da uno straordinario evento sportivo immaginato insieme a Istituzione regionale e istituzioni locali (Alghero, Sassari, Oristano e Cagliari), catalizzatore di attenzione e potenziale trampolino di lancio verso una destagionalizzazione non più solo pensata ma possibile nel concreto.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes