Tokyo, l'oristanese Oppo con Ruta in finale nel doppio pesi leggeri

Oppo e Ruta nel bacino di gara di Tokyo

Sveglia all'alba (ore 2.50) per fare tifo al canottiere che potrebbe riportare una medagli olimpica in Sardegna dopo 57 anni

TOKYO. Nonostante le condizioni impossibili, obiettivo perfettamente centrato per il canottiere azzurro Stefano Oppo che in coppia con Pietro Ruta nella specialità del doppio pesi leggeri ha conquistato al termine di una gara strepitosa la finale olimpica. Ora l’appuntamento è per domani, giovedì 29 luglio alle ore 2:50.

Sulle acque di un lago al limite delle condizioni, con un forte vento a favore per la prima parte di gara ma a sfavore sul traguardo, Stefano Oppo e Pietro Ruta hanno dato spettacolo con l’Irlanda combattendo punta a punta con i vice-campioni olimpici. Una partenza molto forte e con un numero di colpi elevato, l’Italia si porta subito in testa seguita dell’Irlanda, nota per partire in sordina ed uscire negli ultimi metri, e dal Belgio.

Al passaggio dei 1000 metri l’Irlanda cambia passo e supera l’equipaggio italiano portandosi così in testa. Da metà gara, l’Italia di Oppo e Ruta è saldamente in seconda posizione seguita dal Belgio in terza. L’Irlanda taglia il traguardo non solo in prima posizione maanche strappando un nuovo record del mondo. Italia conquista la seconda posizione, valevole per la finalissima di domani.

In finale ci saranno anche gli equipaggi di Germania, Uruguay e Repubblica Ceca. Il doppio italiano è fra i favoriti a salire sul podio. Se questo sogno dovesse realizzarsi, Oppo riporterebbe una medaglia olimpica dopo un lungo periodo d'attesa che dura da 57 anni, dagli altri giochi svoltisi in Giappone nel 1964

 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes