Torres avanti tutta: quarta vittoria di fila e terzo posto in serie D

Capitan Scotto ha segnato su rigore il gol del 2-0 a Ostia

Si allunga a Ostia la striscia positiva dei rossoblù. Masala e Scotto superstar e Salvato para un rigore nella ripresa

OSTIA. Grande vittoria della Torres che, guidata in panchina da mister Frau (Greco, grande ex del match, per i suoi tre anni a Ostia, squalificato), espugna l’Anco Marzio di Ostia per 2 a 1 e manda al tappeto i Gabbiani lidensi, conquistando la quarta vittoria di fila dopo la partenza nel torneo non positiva (1 punto in 2 gare). A segno ancora una volta Masala, poi è capitan Scotto dal dischetto a fissare il punteggio sul 2 a 0. Nella ripresa Salvato para un rigore, qualche brivido finale per il gol di Vasco ma al fischio dell’arbitro Totaro di Lecce è festa sotto lo spicchio ospite. Prova importante da parte dei sassaresi che, fin dall’inizio, hanno risposto colpo su colpo ai romani e poi trovato gli acuti vincenti.

Già dai primi istanti del match, la Torres ci prova. Poi iniziativa pregevole di Scotto, sempre bravo a muoversi tra le linee, ma la difesa lidense controlla. Il brivido maggiore, per la Torres, arriva al 30’ quando Rossi si fa anticipare da Bertoldi pronto a volare via verso Salvato. Atterrato dal difensore di Greco, l’arbitro estrae il giallo. Davvero pericolo scampato per la Torres che colpisce, poi, da grande squadra. Un minuto dopo, infatti, sponda di Diakite, deliziosa, per l’inserimento tra i centrali biancoviola di Masala che penetra nel cuore dell’area e solo davanti a Trovato non sbaglia. 1 a 0 e corsa del numero 8 verso gli ultras sassaresi, accorsi all’Anco Marzio in grande numero.


La Torres insiste, sentendo l’odore del sangue, e al 44’ colpisce ancora. Fallo subìto da Scotto in area, rigore inevitabile. E dal dischetto lo stesso capitano non fallisce per il 2 a 0 della squadra del Vanni Sanna, al riposo. Si riparte dopo la pausa e al 9’ altro pericolo grandissimo scampato dalla Torres.

Questa volta il rigore è per l’Ostiamare (graziato Rossi, che in caso di secondo giallo avrebbe rimediato la doccia anticipata). Dal dischetto però, Lorusso viene ipnotizzato da un reattivo Salvato che di piede ricaccia in gola l’urlo di gioia dei tifosi di casa. E allora la Torres prova a ripartire. Affidandosi sempre a Scotto e a Diakite, tra i migliori insieme a Masala e Piredda. Al 20’ Salvato copre sull’iniziativa di Cardillo, poi però non può nulla al 44’ sulla punizione di Vasco che prova a suonare la carica per il team di Ostia.

Centrale ma forte, la conclusione si insacca e regala speranze alla squadra dell’Ostiamare di Aldo Gardini, anche lui ex del match dopo il recente ma non positivo (sul campo) trascorso a Sassari. Ma la Torres, combattiva come sempre, protegge il fortino e torna in Sardegna con 3 punti fondamentali. Tredici in totale per una situazione di classifica sempre più interessante. Un successo davvero di qualità, che regala all’undici di Greco il terzo posto in serie D e la consapevolezza di potersela giocare con qualunque squadra.

OSTIA. i, Orchi, Sbardella, Bianciardi (26’ st Vasco), Bertoldi (15’ st Mastropietro), Sabelli, Cardillo, Compagnone (10’ st Ippoliti), Lorusso. A disp.: Giori, Berardi, Rossi, Pellacani, Pedone, Matteoli. All.: Gardini.

TORRES: Salvato, Rossi, Turkel (16’st Mukay), Kujabi, Antonelli, Dametto, Lisai, Masala, Scotto, Piredda, Diakite (30’st Sabatini). A disp.: Garau, Ferrante, Pinna R., Pinna S., Demartis, Ruocco, Nirta. Allenatore: Greco (Squalificato, in panchina al suo posto Frau).

ARBITRO: Gabriele Totaro di Lecce.

RETI: 31’primo tempo Masala, 45’ primo tempo Scotto (rig., T), 44’ secondo tempo Vasco (OM).

NOTE: al 9’ del secondo tempo Salvato (T) para un calcio di rigore a Lorusso (OM).

 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes