La Dinamo spreca il +16 e cade in casa col Prometey

Dinamo Prometey al Palaserradimigni (foto Mauro Chessa)

Ancora una sconfitta in Champions League (79-87)

SASSARI. Ancora una sconfitta per la Dinamo in Champions League. Al PalaSerradimigni i sassaresi perdono 79-87 contro gli ucraini del Prometey nella terza gara del gruppo A. I sassaresi sprecano il +16 del primo tempo (36-20), si fanno raggiungere e superare negli ultimi 5 minuti, dal 74-72, incassano un break di 11-0 che chiude i conti a favore dell’ex Miro Bilan e dei suoi compagni.

I sassaresi partono bene, prendono il match in mano con un break di 10-0 e a fine primo quarto sono avanti di 9, 22-13. Mewowulu non è in partita, Logan e Clemmons invece sì e con la sostanza di Treier vicino a canestro il Banco vola sino al +16, 36-20, poco prima di metà secondo quarto. Sembra tutto facile, ma il Prometey rialza la testa con l’ex brindisino Harrison e prima dell’intervallo accorcia sino al -6 (44-38) grazie a due triple di Stephens.

Dopo il riposo il Banco fa ancora più fatica, gli ucraini volano e mettono la freccia, piazzando un break di 12-2 (46-50) in appena 2’17”. I sassaresi si riprendono con fatica dallo sbandamento, rimettono la freccia con Burnell (57-56) e alla terza sirena sono sotto di 2, 63-65.

L’ultimo quarto è durissimo, il Banco resta a galla grazie a un grande Treier, che segna la tripla del 74-72 a 4’50”, prima del nuovo blackout totale della squadra di Cavina. Finisce 79-87 e ora la qualificazione è davvero lontana. Domenica altro match da brividi, in casa dell’Olimpia Milano di Ettore Messina e Gianmarco Pozzecco. (a.si.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes