Dinamo a Tortona per rilanciarsi in campionato

Demis Cavina, coach della Dinamo

Domenica a caccia di conferme per la squadra sassarese che attende un nuovo play

SASSARI. Morale in crescita, concentrazione massima e silenzio assoluto: così la Dinamo Banco di Sardegna prosegue la preparazione nel ritiro deciso dalla società dopo la sconfitta di sabato scorso in casa con Trieste e prolungato nonostante la vittoria di lunedì sera in Champions con Ludwigsburg. Domani 14 novembre alle 17.30 Sassari sarà di scena a Tortona per l'ottava giornata di regular season della Lba (diretta su Eurosport 2 e Discovery+), sperando di mostrare anche in Piemonte i segnali di reazione del match coi tedeschi.

L'assetto tattico sarà molto simile, nel frattempo la società ha rescisso il contratto col play Anthony Clammons, già accasatosi in Turchia, dopo che il coach Demis Cavina l'aveva «tagliato», lasciandolo in panchina nel secondo tempo con Trieste e per tutta la gara con Ludwigsburg. Ma il presidente Stefano Sardara e il general manager Federico Pasquini vogliono vedere al PalaEnergica Paolo Ferraris lo stesso approccio e la stessa determinazione: una buona prestazione, o meglio ancora un successo, consentirebbero di avere più chiaro il profilo del prossimo uomo cui affidare la regia del gioco sceneggiato da coach Cavina e dai suoi assistenti, Giacomo Baioni e Giorgio Gerosa.

Di fronte Sassari avrà una matricola che in questa prima fase di stagione ha già saputo cogliere successi importanti, a iniziare da quello sui campioni d'Italia della Virtus Bologna, installandosi a metà classifica insieme alla Dinamo, con tre vittorie e quattro sconfitte a testa. Curiosità: Cavina ritrova la squadra cui non più tardi di sei mesi fa, alla guida di Torino, ha conteso la promozione. (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes