Un Bosa superlativo rifila una “manita” al Porto Rotondo

BOSA 5PORTO ROTONDO 3BOSA: Sechi, Riu (72’ Maida), Ongania, Mattiello, Pischedda, Carboni P., Ruggiu (94’ Avellino), Unali (75’ Soru), Di Angelo, Carboni M. (57' Mastromarino), Coquin (94’ Cabiddu)....

BOSA 5

PORTO ROTONDO 3

BOSA: Sechi, Riu (72’ Maida), Ongania, Mattiello, Pischedda, Carboni P., Ruggiu (94’ Avellino), Unali (75’ Soru), Di Angelo, Carboni M. (57' Mastromarino), Coquin (94’ Cabiddu). All. Carboni.

S. PORTO ROTONDO: Deiana, Fenu (90' Cianfrocca), Orecchioni (55' Luciano), Delogu (53'Seddaiu), Ruzzu, Varrucciu, Piemonte (86'Scanu), Bruno, Mulas, Pala, Ruzzittu. All. Marini.

ARBITRO: Stefano Bogo di Oristano.

RETI: 17’ Ruggiu; 27’ e 90’ Coquin; 38’ Di Angelo; 55’ e 68’ Mulas; 65’ Mastromarino; 77’ Bruno.

NOTE: terreno di gioco in discrete condizioni. Angoli: 5-2. Recupero: 1’+3’. Ammoniti: Carboni M., Ongania, Coquin, Ruggiu e Carboni P. del Bosa; Piemonte e Varrucciu del Porto Rotondo

POZZOMAGGIORE

Stratosferico Bosa. Con un pirotecnico 5 a 3 la squadra di Tore Carboni fa suo lo scontro salvezza contro il Porto Rotondo e raggiunge 16 punti in classifica portandosi a distanza di sicurezza dalla zona rossa.

Il Porto Rotondo invece rimane inchiodato a 8 punti. Tanti i gol e numerose le occasioni da rete . Il Bosa è partito alla grande e, con un primo tempo magistrale concluso sul triplo vantaggio, pensava di avere chiuso la pratica. Nella ripresa il Porto Rotondo ci ha creduto ed è venuta fuori una partita avvincente fino alla fine.

Partenza a viso aperto degli ospiti. Sono gli uomini di Carboni a passare per primi in vantaggio al 17’ con un guizzo di Ruggiu. Sulle ali dell’entusiasmo il Bosa preme sull’acceleratore alla ricerca del raddoppio. Al 27’ l’arbitro concede un rigore ai locali per fallo in area del Porto Rotondo. Si incarica della battuta Coquin, Deiana è bravo ad intercettare ma il pallone arriva nuovamente al bomber del Bosa che mette dentro. Riu e soci giocano sul velluto. Il Porto Rotondo barcolla vistosamente e sul finale di tempo subisce anche la terza rete griffata Di Angelo. La partita pare chiusa ma nella ripresa tutto cambia. Il Porto Rotondo torna in campo con il giusto piglio; il Bosa, forte del tris della prima frazione lascia l’iniziativa alla squadra di Marini che torna prepotentemente in partita. Mulas al 55’ firma la rete della speranza andando a punire il primo vero sbadiglio della retroguardia locale. Ci pensa il neoentrato Mastromarino tuttavia a riportare sul più tre il Bosa con una bella punizione che non lascia scampo a Deiana. Ma le emozioni non sono finite. Il solito scatenato Mulas firma la doppietta personale al 68’ regalando ancora un briciolo di speranza ai suoi compagni che non a caso si buttano con coraggio in avanti alla ricerca di un’altra marcatura. Il calcio piazzato di Bruno al 77’, deviato da un difensore del Bosa, inganna Sechi ed illude ancor più gli ospiti che cominciano ad intravvedere il miracolo della rimonta. Niente da fare, tuttavia. Praticamente allo scadere il solito inesorabile Coquin fissa il punteggio sul definitivo cinque a tre regalando tre punti d’oro alla compagine di Carboni.

Matteo Cabras

WsStaticBoxes WsStaticBoxes