sport

Mazzarri orgoglioso: "Un Cagliari stupendo"

Walter Mazzarri, 60 anni

Il tecnico esalta la sua squadra: "Abbiamo sempre cercato la vittoria. Ora però pensiamo alla prossima partita contro la Lazio"


27 febbraio 2022


TORINO. Walter Mazzarri è senza voce. Ha urlato come un pazzo durante tutta la partita. Ma i suoi giocatori lo hanno seguito alla perfezione e ora , nel dopo partita, può commentare il nuovo blitz della squadra: un 2-1 sul campo del Torino che vale tantissimo. "Dobbiamo di sicuro parlare di una nuova grande prestazione del Cagliari _ sottolinea con soddisfazione l'allenatore toscano _. Abbiamo ribattuto colpo su colpo al Torino, cercando sempre e comunque la vittoria. Se è vero che Cragno ha fatto una partita strepitosa, altrettanto si può dire del portiere del Torino. Abbiamo avuto la possibilità di fare il 2-0 e poi il 3-1, di certo abbiamo sempre giocato con la mentalità giusta".

Una vittoria che vale doppio anche per la forza del Torino. "Avevamo davanti una grande squadra _ sottolinea il mister rossoblù _. Il Toro ha messo in difficoltà anche formazioni più blasonate della nostra, e ha una fisicità incredibile davanti. Per esempio su Belotti abbiamo dovuto montare una guardia attenta, soprattutto dopo l'ammonizione di Lovato, tanto che ho spostato Grassi sui rinvii di Milinkovic Savic in prima battuta davanti al centravanti del Torino".

Il cambio di ritmo rispetto al girone d'andata? Mazzarri spiega: "Abbiamo fatto una campagna acquisti invernale coraggiosa e poi dato spazio a tanti giovani che forse lo avrebbero meritato prima. Il risultato è che ho dei giocatori che sanno cosa fare e cosa vogliono. Ho visto un super Lovato, un grande Bellanova, e non parliamo di Grassi. Pereiro da sempre una grande mano e stavolta, contro il Torino, si è fatto davvero un mazzo tanto, una gara di grande sacrificio. Però il merito è di tutti, davvero una squadra stupenda".

La svolta della partita? Mazzarri non ha dubbi. "Credo che l'ingresso di Pavoletti abbia dato la carica giusta. Lui ci è servito a tenere la palla più lontana dalla nostra porta, e a dare pressione alla loro difesa. Il gol? Beh, Alessandrinho Deiola è stato bravissimo, una rete stupenda. Ma ora _ avete il tecnico _, dimentichiamoci Torino. Non abbiamo fatto ancora nulla, dunque testa alla prossima partita , l'impegno di sabato contro la Lazio a Cagliari. Sarà un altro test durissimo". (enrico gaviano)

 

 

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.