La Nuova Sardegna

Sport

Tutto Cagliari
Calcio serie B

Ranieri alla carica: «Il Cagliari è pronto, daremo il massimo contro il Venezia»

di Enrico Gaviano

	Ranieri e i giocatori prima dell'allenamento di stamane (foto mario rosas)
Ranieri e i giocatori prima dell'allenamento di stamane (foto mario rosas)

Il tecnico presenta la partita playoff di sabato: «Sappiamo quel che dobbiamo fare. Difesa a 3 o a 4? Vedremo»

25 maggio 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Ranieri usa l’arma dell’ironia per spiegare come sta la squadra a due giorni dalla sfida con il Venezia, il preliminare play off crocevia della stagione. «Ho praticamente tutta la rosa a disposizione. Buon, perché mi consente di bilanciare le scelte. Certo non tutti stanno al meglio, ma quello che c’è in pentola lo sa solo il coperchio, cioè io».

Cagliati-Venezia, quasi una sfida di nervi. Ma Ranieri è tranquillo. «Credo che tutte le squadre ancora in corsa abbiano la testa libera. Forse il Bari, terzo, che ai miei tempi sarebbe salito,  e invece deve mettere in gioco tutto. Sia chiaro non ci sono favoriti. Si gioca, una lotteria e tutto può succedere. I miei sanno che è il momento che conta, sanno quello che devono fare.  La partita è difficile per noi e per loro».

Il compito dell’allenatore? «Intanto è quello di fare da bilancino, evitare di caricare la partita. Sì, è una gara dentro o fuori ma affrontiamola tranquilli».

Nessun pericolo da parte dei rossoblù di fare dei calcoli, visto che potrebbe bastare un pareggio. «No, sappiamo che ci sono davanti novanta minuti e poi eventuali supplementari, Dobbiamo prepararci su tutto questo».

All’andata un 1-4 terribile in casa. «Ho visto la partita, analizzata sotto tutti i punti di vista. Al Venezia non posso che fare tanto di cappello. Ha fatto un grande campionato. Ma non siamo quelli del girone d’andata ».

Forse sarebbe stato meglio evitare il Venezia, viste le scorie lasciate anche dalla partita della scorsa stagione. «Ma secondo me questo non  influisce. Loro fecero il loro dovere, sportivamente. Il Cagliari no. Ma ora è tutto diverso. Viene azzerato tutto. Partita secca. Concentrazione massima, Il Venezia ha la sua forza e i suoi punti deboli».

Passando il turno c’è subito un’altra sfida, con il Parma. «La partita dopo due giorni? non pensiamoci. Abbiamo già tante cose su cui concentrarci. Ora pensiamo a questa. Io ho solo chiesto ai ragazzi di dare il massimo, l’unico modo per passare serenamente l’estate, sapendo di non avere rimpianti».

Ranieri poi si dilunga su alcuni singoli . «Prelec sta bene ,  manca solo un po’ di cattiveria. Ultima volta che ha tirato ha colpito il palo, si deve liberare. Il gol mancato contro il Venezia lo ha impaurito. Luvumbo ha tanti margini di crescita, ma devi tirare di più in porta. Rog un giocatore importante sta bene, Non in pienissima forma, ma dirà la sua nei play off».

Loro hanno un bomber come Pohjampalo. «Un punto di riferimento, ma tutta la squadra è forte. Difesa a tre o a 4? Vediamo sabato. Parliamo di due squadre che corrono, partiti a rilento perché giocatori di Cagliari e Venezia non erano entrati nella mentalità giusta della serie B. Il cambio di allenatore al Venezia ha dato qualcosa in più, ha saputo trovare la quadratura giusta. Come noi del resto».

Chiusura sui tifosi arrivati allo stadio a seguire l’allenamento.  «Ho parlato prima di iniziare ai tifosi. Ho detto che avremmo tirato in porta e molti palloni sarebbero usciti: quindi li ho invitati a stare attenti e a restituire i palloni.Comunque è stata una bellissima giornata, ringrazio i tifosi che sono venuti. Mi dispiace per quelli che non sono venuti a causa dell’orario, vediamo la prossima volta. Magari faremo alle 18, 18.30. Ovviamente sperando che ci siano altre partite».

In Primo Piano
Strutture ricettive

Lotta al sommerso nel turismo: sul mercato tante offerte sospette

di Claudio Zoccheddu
Le nostre iniziative