La Nuova Sardegna

Sport

Coppa Italia

Cagliari al cardiopalma: batte il Palermo 2-1 al 123’

di Enrico Gaviano

	I tifosi del Cagliari (foto Rosas)
I tifosi del Cagliari (foto Rosas)

Rossoblù in vantaggio nei supplementari si fanno riprendere dai siciliani. Poi la zampata finale di Di Pardo

12 agosto 2023
4 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Buona la prima. Ma quanta sofferenza per i rossoblu per superare il primo turno di Coppa Italia. Il gol qualificazione arriva solo all’ultimo respiro ai supplementari. Prima segna Dossena poi quando il secondo tempo supplementare è finito succede tutto nei due minuti di recupero. Prima il Palermo pareggia con Soleri e un minuto dopo ecco spuntare Di Pardo a infilare il sette e regalare la vittoria ai rossoblù. Tante le cose da sistemare ancora, ma la vittoria rappresenta comunque una bella spinta alla vigilia dell’esordio in campionato fissato per lunedì 21 sul campo del Torino. Ranieri parte con un po’ di sorprese in formazione. Il modulo è il caro 4-4-2, ma in avanti con Pavoletti c’è Oristanio, e a centrocampo il quartetto vede in campo da destra a sinistra Nandez, Makoumbou, Sulemana e Azzi.

La cronaca Primo brivido al 4’ quando Brunori servito bene in area si libera di Dossena e spara un tiro a mezza altezza che Radunovic è bravissimo a neutralizzare con un gran volo. Passato lo spavento il Cagliari comincia a giocare con più convinzione. La squadra cerca di allargare il gioco per i cross di Augello o Azzi da sinistra e di Nandez o Zappa a destra. Al 16’ su un traversone dell’ex D’Oriano, e palla toccata da Pavoletti, Oristanio ha la palla buona da 15 metri ma non riesce a inquadrare la porta. Al 22’ rigore per il Cagliari: cross di Nandez , palla spiazzata da Azzi e braccio di Mateju visto dal Var. Pavoletti pero si fa parare la buona la prima. conclusione dal dischetto da Pigliacelli che respinge, poi zii l’attaccante prova a ribadire in gol ma il suo tentativo di infrange sul palo del Palermo. Reagisce il Cagliari all’errore del capitano: cross di Zappa servito in profondità da Nandez e testa di Azzi però imprecisa. Al 39’ Radunovic guadagna di nuovo la ribalta parando una punizione velenosa battuta da Stulac da posizione defilata. Il portiere rossoblu al 45’ va poi a levare dall’incrocio una staffilata da fuori area di Gomes. Quindi terza parata di fila al 49’ su inserimento da pochi passi di Vasic.

Nella ripresa, Ranieri prova a cambiare l’inerzia della partita inserendo Deiola e Luvumbo per Nandez e Azzi, con un modulo che diventa un 4-3-3. E Luvumbo prova al 62’ il tiro al termine di un’azione accesa da un lancio illuminante di Makoumbou, ma non trova la porta. Una ripresa molto combattuta ma con pochi spunti di cronaca . A 5’ dalla fine Ranieri fa altri tre cambi con l’esordio ufficiale di Shomurodov al posto di Pavoletti e l’uscita di Oristanio con la squadra che torna sul 4-4-2. Il colpo del ko però c’è l’Ha il Palermo al 94’: sugli sviluppi di un corner la palla arriva a Mancuso che però spara sul fondo. Si va così ai supplementari. Scocca il 98’ quando Di Pardo serve in area Viola che prova la conclusione di prima respinta in angolo dal portiere siciliano. Il gol arriva al minuto 100 sugli sviluppi del secondo angolo consecutivo di Viola, la palla arriva in area dove svetta di testa Dossena per l’1-0 e primo gol assoluto del difensore in maglia rossoblu. Nel secondo tempo supplementare al 113’ prova la via del gol zappa con un gran tiro che però Pigliacelli riesce a respingere. Subito dopo tocca ad Augello il cui pericoloso sinistro viene deviato in angolo da un difensore. Poi nei minuti finali del tempo l’incredibile. Soleri fa gol su calcio d’angolo e pareggia al 121’, e al 123’ il Cagliari torna avanti e si qualifica con un cross di Luvumbo che Di Pardo infila al sette. Che emozioni. Il Cagliari di Ranieri non si smentisce mai.

Il tabellino

Cagliari (4-4-2): Radunovic; Zappa (120’ Goldaniga) Dossena, Obert, Augello; Nandez (58’ Deiola), Sulemana, Makoumbou (85’ Viola), Azzi (58’ Luvumbo); Oristanio (85’ Di Pardo), Pavoletti (85’ Shomurodov ).

A disposizione: Aresti, Scuffet, Goldaniga, Viola, Deiola, Altare, Jankto, Lella, Capradossi, Kourfalidis, Shomurodov, Luvumbo, Di Pardo. All. Ranieri.

Palermo (4-3-3): Pigliacelli; Mateju, Lucioni, Marconi, Ceccaroni; Vasic (75’ Segre), Stulac (63’ Saric), Gomes (91’ Damiani), Insigne (70’ Mancuso), Brunori (103’ Soleri), Di Mariano (70’ Valente).

A disposizione: Desplanches, Nespola, Graves, Mancuso, Segre, Nedelcearu, Damiani, Saric, Buttaro, Soleri, Valente. All. Corini.

Arbitro: Marinelli di Tivoli.

Reti: 100’ Dossena, 121’ Soleri, 123’ Di Pardo.

In Primo Piano
Tribunale

Nuoro, Roberta Barabino condannata a 7 anni e 8 mesi di reclusione

di Valeria Gianoglio

Video

Olbia, il sindaco Nizzi sulla ruspa in versione operaio: «Giù il ponte di via Galvani»

Le nostre iniziative